Pietravairano, morto bambino di otto anni. E’ stato investito.

TRAGEDIA NEL CASERTANO: morto bambino di otto anni. I medici hanno fatto di tutto, ma si è spento alle 5 del mattino.

Home > Senza categoria > Pietravairano, morto bambino di otto anni. E’ stato investito.

L’orribile tragedia è avvenuta nella giornata di ieri, domenica 8 settembre, intorno alle 20:30, a Pietravairano, un comune in provincia di Caserta, in Campania. Un bambino di circa otto anni, si trovava in compagnia di suo zio, vicino al cimitero, quando si è allontanato dall’uomo, avvicinandosi alla strada. In quel momento, una vettura guidata da una donna, lo ha travolto.

Il bambino è stato sbalzato per metri e la donna si è subito fermata per soccorrerlo. Il piccolo è stato trasportato con urgenza immediata all’ospedale Santobono di Napoli, ma ha raggiunto la struttura sanitaria in gravissime condizioni. I medici hanno fatto tutto il possibile, consapevoli che le ferite riportate, erano troppo gravi.

Il bambino è morto alle 5 del mattino. La notizia ha sconvolto l’intera comunità, che lo conosceva e lo amava.

Secondo quanto riportato, le forze dell’ordine stanno ricostruendo l’incidente, per valutare ogni responsabilità. Quindi per ora, verso la donna che guidava la macchina, non è stata fatta nessuna denuncia.

Nei prossimi giorni, alla fine delle indagini, si avranno ulteriori notizie sulle decisioni delle autorità e su quando ci sarà il funerale del bambino.

Purtroppo non è l’unica triste notizia delle ultime ore. È morta la piccola Diana Bisceglia, la bimba di 6 anni di Napoli, affetta da un’aplasia midollare. La piccola attendeva da mesi un donatore compatibile per il trapianto di midollo.

Purtroppo non è stato possibile trovare un midollo compatibile e la piccola Diana è morta ieri, 8 settembre.

La notizia ha sconvolto tutti. E’ stato un amico di famiglia, a diffondere quanto accaduto, tramite questo post su Facebook:

“Da qualche minuto ci è arrivata una notizia che ci ha spezzato il cuore e ci ha tolto il fiato; la piccola Diana è volata in cielo. Diana è una bambina speciale, con una famiglia speciale e con una forza speciale, che in questa sua vita speciale ha dovuto combattere contro una malattia anch’essa speciale. Apparentemente sembra che quest’ultima abbia vinto oggi, portandola via, ma non è così; ne parlo al presente perché ciò che lei è stata per questo mondo resterà indelebile nella memoria di chi l’ha conosciuta ed amata. Da Risorta, ci accompagnerà dall’alto e sopratutto continuerà ad amare gli stupendi genitori che Dio gli ha donato, Michele Bisceglia e Rossella Prezioso. Riposa in pace dolce angelo e veglia sul mondo che ha bisogno del tuo amore speciale!”.