6 cose che non sapete di Graziano Pellè, il bello di Euro 2016

Stasera, durante il match contro l'Irlanda, occhi puntati su di lui!

 

Gli azzurri di Antonio Conte continuano il loro percorso agli Europei di Calcio 2016 in corso di svolgimento in Francia: messa in cassaforte la qualificazione agli ottavi, grazie a due splendide vittorie, questa sera l’Italia scenderà nuovamente in campo contro l’Irlanda, in una partita che conta poco per la qualificazione, ma che conta molto per capire le motivazioni della squadra. E mentre gli uomini seguiranno il match, scommetto che molte donne seguiranno Graziano Pellè, il bello di Euro 2016. Ecco alcune cose che non sapete di lui!

graziano-pelle1
Graziano Pellè

1. Perché si chiama Graziano

Suo padre era un tifoso di calcio, ex attaccante di serie C: lo chiamò Graziano in onore di Ciccio Graziani, campione del mondo del 1982.

2. Ballerino

Quando era bambino, dopo gli allenamenti di calcio andava in palestra per fare danza al Centro Colelli di Porto Cesareo, con la mamma e la sorella Fabiana. In coppia con lei nel 1996 a 11 anni ha vinto il titolo italiano.

3. Viktoria Varga

viky-varga-graziano-pelle
Viktoria Varga e Graziano Pellè

E’ una delle wag più belle di Euro 2016 ed è la sua fidanzata: è una modella ungherese, stanno insieme dal 2012, quando si sono conosciuti in Olanda.

4. Figlio amorevole

Dopo il gol al Belgio, pare che Graziano abbia chiamato il papà per chiedergli se era soddisfatto di quello che aveva fatto… E lui gli ha ricordato del gol che si era mangiato prima: genitori mai contenti!

5. Graziano al cinema

graziano-pelle-george-clooney
Di eleganza ne abbiamo da vendere in entrambi i casi!

Se qualcuno volesse dedicargli un film, lui non ha dubbi su chi lo dovrebbe impersonare: George Clooney, perché è elegante come lui.

6. Capelli da urlo

Il suo ciuffo è famoso in tutto il mondo ed è copiatissimo: il suo taglio di capelli, al Salon D’Or 2015, è arrivato terzo, dopo quello del brasiliano Neymar e del portoghese Ronaldo (Graziano pensa di essere più bello di lui… ed è vero!).