7 star di Hollywood con cui nessuno vuole lavorare

Quando si dice "avere un caratteraccio"...

 

Intrattabili, egocentriche, dispotiche, con manie ai limiti del puro divismo e a volte addirittura aggressive e incontrollate: le star di Hollywood nascondono spesso un lato oscuro molto pronunciato. Non ci credete?
Lontano dall’immagine della star patinata, sorridente, aperta e disponibile con i colleghi e la troupe. Nonostante il talento spesso molte celebrities non trovano ingaggi proprio per un brutto carattere e un temperamento che fanno piazza pulita. Ecco 7 star di Hollywood con cui nessuno vuole lavorare.

Katherine Heigl

Katherine Heigl
Katherine Heigl

Indiscrezioni dai set cinematografici e delle serie tv a cui ha partecipato Katherine Heigl rivelano che la star di Gray’s Anatomy è “pretenziosa” e non varrebbe la pena lavorare con lei. In particolare una fonte dal set del film Tre all’improvviso del 2010 ha raccontato che i costi di produzione giornalieri sul set con lei aumentano in maniera esponenziale.

Lindsay Lohan

 Lindsay Lohan
Lindsay Lohan

Se nella vita privata Lilo ha dato prova di combinare immani casini, in quella professionale non è da meno. Fa riflettere l’affermazione al Festival di Venezia 2013 del regista Paul Schrader che diresse Lindsay Lohan nel film The Canyons: “Negli ultimi 16 mesi sono stato ostaggio di Lindsay Loha. È una grande attrice, ma il suo comportamento è inaccettabile”.

Shia LaBeouf

Shia Labeouf
Shia Labeouf

Impetuoso, impulsivo, preda di eccessi Shia Labeouf è tra le celebrities note per il caratteraccio. La star di Transformers ha mollato la produzione teatrale di Orphans nel Febbraio 2013 a Broadway dopo un litigio con il regista Daniel Sullivan e il coprotagonista Alec Baldwin. Dopo ha twittato “Il teatro non appartiene ai grandi, ma agli insolenti” e ha ben pensato di pubblicare stralci da mail scambiate con Alec Baldwin. Tuttavia a sua difesa ha pubblicato anche una lettera di scuse inviata al resto della compagnia e alla prima di Orphans era in platea ad applaudire lo spettacolo.

Teri Hatcher

Teri Hatcher
Teri Hatcher

La Susan Mayer di Desperate Housewives non gode di molta simpatia tra le colleghe del set. Quando la celebre serie tv sui misteri di Wisteria Lane si è conclusa nel 2012 il nome di Teri Hatcher non era quello salutato con calore sul set. Nonostante Eva Longoria poco dopo avesse smentito qualsiasi dissapore con Teri Hatcher, la star non ha fama di essere una collega con cui lavorare volentieri.

Shannen Doherty

Shannen Doherty
Shannen Doherty

Eppure nei panni di Brenda di Beverly Hills 90210 Shannen Doherty sembrava la persona migliore del mondo (anche se parecchio pallosa, diciamocelo). Nel 1994 viene licenziata dalla serie tv per uno scontro con il cast e i produttori. Nel 2004 Ian Ziering (n.d.r. Steve Sanders) dichiarerà alla rivista Entertainment Weekly quanto fosse difficile lavorare con Shannen Doherty “Sono contento che se ne fosse andata, non mi era mai piaciuta, aveva una totale mancanza di professionalità”.

James Cameron

James Cameron
James Cameron

Il regista di Titanic ha la fama di essere uno con cui sia difficile lavorare al di là delle riprese. L’attrice Linda Hamilton, star di Terminator, racconta che fosse difficile avere l’attenzione di Jim Cameron e una delle quattro ex-mogli del regista racconta qualcosa di simile: a chi chiedesse a James Cameron se poteva parlargli questi sbraitava di prendere un numero e mettersi in fila, non respingeva nessuno perché voleva avere il controllo su tutto.

Lea Michele

Lea Michele
Lea Michele

Dissapori tra co-protagoniste emergono a sfavore della star di Glee. In un’intervista a Us Weekly del 2012 Kate Hudson rivela che di Lea Michele pensava fosse una “diva assoluta”. Una fonte dal set di Glee rivela un capriccio della divina Lea: in una scena in cui i ragazzi dovevano tirarsi del cibo ha preteso che a lei tirassero solo insalata, divieto assoluto di gettarle carne o derivati animali. Da convinta vegana il pensiero di essere colpita da delle polpette di carne l’avrebbe sconvolta.