Amedeo Grieco e sua mamma

Amedeo Grieco, del duo Pio e Amedeo, ha perso la mamma: aveva 57 anni

Amedeo Grieco, il famoso comico pugliese e storico compagno di Pio, è stato colpito da un grave lutto: ha perso la mamma di soli 57 anni

Amedeo Grieco, il comico del famoso duo pugliese Pio e Amedeo, è stato colpito da un grave lutto: il ragazzo ha perso sua mamma, la donna aveva solo 57 anni e da quanto si apprende era malata da tempo.

La notizia è circolata questa mattina sulle pagine Facebook vicine al giovane, in particolare quelle della sua città: Foggia. Poco dopo la triste vicenda è stata dal sito 105.net.

pio e Amedeo a c'è posta per te

Qualche mese fa il comico aveva scritto un post sui social riferito proprio alla mamma, in quelle parole era chiaro che la donna stesse affrontando una difficile battaglia.

La dedica alla mamma

Amedeo Grieco e sua mamma

Nel primo pomeriggio di oggi, Amedeo Grieco, nel suo profilo personale di Facebook ha scritto una lunga dedica proprio alla donna prematuramente scomparsa, ricevendo il sostegno dei fan e degli amici. Ecco le sue commoventi parole:

“Qualche giorno fa mi hai detto: STAREI MALE, ANCHE PER SEMPRE IN UN LETTO, NON CHIEDO TANTO, MI BASTEREBBE STARMENE QUI A VEDERVI CRESCERE, A GUARDARE QUELLO CHE FATE.”

View this post on Instagram

Qualche giorno fa mi hai detto: STAREI MALE, ANCHE PER SEMPRE IN UN LETTO, NON CHIEDO TANTO, MI BASTEREBBE STARMENE QUI A VEDERVI CRESCERE, A GUARDARE QUELLO CHE FATE A te sarebbe bastato fare la spettatrice e goderti lo spettacolo della famiglia che hai costruito… eri così, vivevi per godere dei nostri traguardi, nella quarta fila della platea, ben nascosta al buio, temendo sempre di dare fastidio…eppure eri proprio tu la luce della mia ribalta, il senso stesso dei traguardi, e il mio successo più grande era e sarà sempre quello: la fierezza del tuo sguardo…adesso cosa corro a fare io? A chi chiamo quando arrivo? E a chi lo racconto che Federico ha perso un altro dentino? A chi la mando la foto di Alice con la gonnellina? Come glielo spiego io ora ai tuoi nipotini?! Me lo dice qualcuno!? Dove le trovo le istruzioni per andare avanti? Oh Mà, qui manchi da poche ore e il dolore ci sta già scavando un fosso nell'anima, e da domani che si riempirà di un mare di quotidianità proveremo a non annegarci dentro… Guardaci, 5 uomini…Papà , io, Alessio, Simone e Gabriele…hai costruito prima la squadra di calcetto e ora ti sei portata via il pallone…e ci lasci soli ,in mezzo al campo, spaesati , condannandoci a cercare un senso nuovo a tutto! Non lo sappiamo se ci riusciremo mai, ma una cosa è certa: ti troveremo in ogni giorno che passerà, ti sentiremo forte nei silenzi, quando inciamperemo nei vuoti, ci immagineremo il tuo sorriso chiudendo gli occhi quando saremo certi che in quel momento avresti sorriso, sentiremo il tuo profumo ovunque qualcosa saprà di buono…tutto da domani sarà la nostra grande illusione tu non ci abbia mai abbandonato Ti abbiamo amato mà , più di quanto siamo riusciti a dirci E ti ameremo sempre, dovesse sembrerà anche tutto inutile intorno Fatti sentire mà, a presto❤

A post shared by Amedeo Grieco (@amedeogrieco) on

A te sarebbe bastato fare la spettatrice e goderti lo spettacolo della famiglia che hai costruito…eri così, vivevi per godere dei nostri traguardi, nella quarta fila della platea, ben nascosta al buio, temendo sempre di dare fastidio. Eppure eri proprio tu la luce della mia ribalta, il senso stesso dei traguardi, e il mio successo più grande era e sarà sempre quello: la fierezza del tuo sguardo.

Adesso cosa corro a fare io? A chi chiamo quando arrivo? E a chi lo racconto che Federico ha perso un altro dentino? A chi la mando la foto di Alice con la gonnellina? Come glielo spiego io ora ai tuoi nipotini?! Me lo dice qualcuno!? Dove le trovo le istruzioni per andare avanti?”

“Oh Mà, qui manchi da poche ore e il dolore ci sta già scavando un fosso nell’anima, e da domani che si riempirà di un mare di quotidianità proveremo a non annegarci dentro…”

“Guardaci, 5 uomini…Papà, io, Alessio, Simone e Gabriele…hai costruito prima la squadra di calcetto e ora ti sei portata via il pallone…e ci lasci soli ,in mezzo al campo, spaesati , condannandoci a cercare un senso nuovo a tutto!”

“Non lo sappiamo se ci riusciremo mai, ma una cosa è certa: ti troveremo in ogni giorno che passerà, ti sentiremo forte nei silenzi, quando inciamperemo nei vuoti, ci immagineremo il tuo sorriso chiudendo gli occhi quando saremo certi che in quel momento avresti sorriso, sentiremo il tuo profumo ovunque qualcosa saprà di buono. Tutto da domani sarà la nostra grande illusione tu non ci abbia mai abbandonato.”

Ti abbiamo amato mà, più di quanto siamo riusciti a dirci. E ti ameremo sempre, dovesse sembrerà anche tutto inutile intorno. Fatti sentire mà, a presto”.