Antonella Clerici

Antonella Clerici corre in difesa di Emma Marrone: le sue parole

Emma Marrone è stata vittima di bodushaming, ora arriva Antonella Clerici in sua difesa

Il battibecco tra Davide Maggio ed Emma Marrone è stato oggetto di molte attenzioni televisive. Il giornalista, infettiva avrebbe fatto un commento poco carino sull’outfit indossato dalla cantante a Sanremo 2022.

L’uomo avrebbe scritto: “Se hai una gamba importante eviti di mettere le calze a rete”. La cantante, il giorno dopo, ha ovviamente reagito alle brutte parole del giornalista e lo ha accusato di bodyshaming.

Antonella Clerici

Buongiorno a tutti dal Medioevo, il body shaming con il linguaggio politically correct, non so se è più imbarazzate o noioso. Mi rivolgo soprattutto alle ragazze, a quelle giovanissime: evitate di ascoltare o leggere commenti del genere. Il vostro corpo è perfetto così com’è, dovete amarlo e rispettarlo e soprattutto dovete vestirvi come vi pare. Anzi, con le calze a rete abbinate anche una minigonna e mostratele queste gambe importanti.

I sua difesa è arrivata anche Antonella Clerici che durante il programma “È sempre mezzogiorno su Rai1” ha preso in mano l’argomento:

Mi ha colpito molto questa storia di Emma e del body shaming. Le è stato detto, durante il Festival di Sanremo, che se hai una gamba importante devi evitare di mettere le calze a rete. Ma siamo impazziti? Anzi, proprio perché hai una bella gamba ti devi mettere le calze a rete. È esattamente il contrario. A parte che era elegantissima.

Inoltre, Antonella Clerici ha concluso rivolgendosi direttamente alle giovani ragazze:

Ma questo è uno spunto per dire, che è un brutto messaggio per le ragazze. Già le ragazze si sentono sempre molto inadeguate e invece non è vero. Ragazze, ricordatevi che è l’unicità che fa la differenza. Non è il fatto di conformarsi a quello che fanno tutti. Bisogna essere diverse. Io lo dico sempre. Ho costruito il mio successo, proprio con le mie imperfezioni. Questa è stata la mia forza. Quindi, mi raccomando, siate uniche e vogliatevi bene per quello che siete, senza troppe storie inutili. Tanto non si può piacere a tutti. Fregatevene.