Archie Harrison Meghan Markle e principe Harry

Archie Harrison, 5 cose che il suo certificato di nascita rivela

Archie Harrison, dopo che le autorità hanno rivelato il suo certificato di nascita, ecco 5 cose che abbiamo scoperto su di lui

Fino a qualche mese fa sapevamo ben poco della nascita del figlio neonato dell’ex Duca e della Duchessa del Sussex, Archie Harrison. Dopo che la famiglia reale ha reso pubblico il suo certificato di nascita, abbiamo nuove informazioni sul bambino e quello che è accaduto quei giorni. Scopriamo insieme le 5 cose che il certificato di nascita di Archie ci dice.

Ecco cinque cose che abbiamo scoperto leggendo il certificato di nascita di Archie Harrison Mountbatten-Windsor.

certificato nascita Archie Harrison

1. Archie non è nato a casa

Nonostante le precedenti speculazioni sul fatto che Meghan Markle avesse partorito nella casa della coppia a Windsor, ora sappiamo con certezza che la nascita è avvenuta all’ospedale privato di Portland a Westminster, dove il costo di un parto di base parte da £ 6,100.

Archie Harrison Meghan Markle e principe Harry

Meghan non è l’unico reale che ha partorito nell’unico ospedale di maternità completamente privato della Gran Bretagna. Anche Sarah, duchessa di York, ha dato alla luce i cugini del principe Harry in questo posto. Lo stesso hanno fatto la principessa Beatrice e la principessa Eugenia.

2. Meghan Markle è indicata come Principessa del Regno Unito

Meghan Markle è indicata con il titolo di Rachel Meghan, Sua Altezza Reale, Duchessa di Sussex. Il certificato indica anche la sua occupazione: Principessa del Regno Unito. Questo perchè, dopo il suo matrimonio officiato a maggio del 2018, è diventata tecnicamente una principessa.

Meghan Markle non è la prima reale a elencare la sua occupazione come principessa: Catherine ha fatto lo stesso sui certificati di nascita dei suoi figli.

3. Il principe Harry ha impiegato 11 giorni per registrare la nascita di Archie

Questa è una cosa “abbastanza normale”, secondo Alicja Gilroy, che lavora come sovrintendente registri. La donna aggiunge che, in base alle sue esperienze, la maggior parte delle persone riesce a registrare la nascita del proprio bambino entro la scadenza ufficiale di 42 giorni.

Archie Harrison Meghan Markle e principe Harry

Tuttavia, non tutti sono organizzati. A volte, le persone registrano le nascite dei loro figli solo “al limite” dei 42 giorni perché non riescono a concordare un nome.

4. Harry ha firmato il certificato di nascita del bambino

Il principe ha registrato la nascita di suo figlio ma all’evento potrebbe essere stata presente anche Meghan Markle. Quando una coppia è sposata, è richiesta di un solo genitore.

Alicja Gilroy afferma che, a volte, quando i papà vengono da soli, “hanno maggiori probabilità di commettere errori, forse perché non sono a conoscenza di tutte le informazioni richieste”. Ha aggiunto che gli uomini non sempre sanno quando si sono sposati e “non vogliono chiamare le loro mogli per ammetterlo”.

Sembra che non ci siano stati questi problemi per il principe Harry.

5. Nessun trattamento speciale per Archie e suo padre

Nonostante si è trattato di un membro della famiglia reale, il certificato di nascita non è stato firmato da uno dei dipendenti più anziani dell’ufficio del registro di Westminster.

Proprio come con le “persone normali”, la richiesta di registrazione è stata gestito da chi era disponibile e in servizio in quel momento – che in questo caso era un vicecarbitro di nome Dexsha Mevada.

Carmen Di Pietro: "Non mi sposo per non perdere la pensione di Sandro Paternostro"

U&D: un cavaliere scappa nel cuore della notte per tornare della sue ex fiamma

GF Vip: Patrizia De Blanck beccata. La contessa nasconde un orologio in valigia

Chi è Damian Hurley, figlio di Elisabeth Hurley?

GF Vip: la dolorosa confessione di Maria Teresa Ruta

Flavia Vento, cachet e penale: cosa rischia

Fabrizio Corona si sfoga su Instagram: pubblica il referto dell'ospedale