Björk: violentemente felice in Islanda!!

"Björk. Violently Happy in Iceland" è la mostra omaggio a Björk e a tutte le eccellenze musicali made in Islanda

Quando sentite la parola Islanda a cosa la associate?
A lei ovviamente, Björk, colei che ha dato un volto nuovo al pop e ha portato la cultura del suo paese nel mondo.

Björk - foto di renaud monfourny concessa da ufficio stampa ONO Arte
Björk – foto di renaud monfourny concessa da ufficio stampa ONO Arte

L’Islanda è vista come il paese al limite del mondo, estremo, incontaminato, isolato da tutto e tutti, troppo spesso legato ad un immagine di solitudine e tristezza. Devo ammettere che, per quanto sia molto affascinata da quei luoghi, li ho sempre percepiti con un leggero velo di malinconia.

Mammut - foto di Hörður Sveinsson concessa da ufficio stampa ONO Arte
Mammut – foto di Hörður Sveinsson concessa da ufficio stampa ONO Arte

Invece questa mostra vuole rendere omaggio alla carriera di Björk, ma anche a tutte quelle realtà musicali islandesi a lei affini che hanno trasformato il panorama musicale internazionale.
Ma partiamo da lei… classe 1965, Björk inizia a cantare giovanissima, dopo una prima esperienza di successo con la band Sugarcubes si trasferisce a Londra, da questo momento in poi i successi si susseguono così come gli album: Debut, Homogenic, Medùlla mostrano una spiccata capacità di mixare le arti a 360 gradi, nonché di riconoscere talenti sia musicali che audiovisivi, vedi i grandissimi Michel Gondry e Chris Cunningham, da sempre suoi fedeli collaboratori.

Björk - foto di Renaud Monfourny concessa da ufficio stampa ONO Arte
Björk – foto di Renaud Monfourny concessa da ufficio stampa ONO Arte

A dimostrazione della sua completezza come artista c’è il rapporto con Lars Von Trier, che l’ha voluta come protagonista di Dancer in the dark (film vincitore a Cannes nel 2000) e il suo matrimonio con Matthew Barney, artista di fama internazionale celebre per il noto
Cremaster cycle.

Björk - foto di Hörður Sveinsson concessa da ufficio stampa ONO Arte
Björk – foto di Hörður Sveinsson concessa da ufficio stampa ONO Arte

Ad affiancarla in questa expo troverete fotografie inedite raffiguranti i mitici Sigur Ròs (scoperti dalla stessa Björk), i Mammut, i Mùm, i Matmos, i più giovani Of Monsters and Men… tutti espressione dell’Islanda creativa e felice!!
La expo sarà aperta al pubblico presso la galleria ONO Arte Contemporanea di Bologna fino al prossimo 19 settembre.

Sigur Ros - foto di Hörður Sveinsson concessa da ufficio stampa ONO Arte
Sigur Ros – foto di Hörður Sveinsson concessa da ufficio stampa ONO Arte

L’occasione è ottima per assaporare tutte insieme le sonorità più originali ed estreme cresciute tra i colori dell’aurora boreale.

Mum - Björk - foto di Hörður Sveinsson concessa da ufficio stampa ONO Arte
Mum – Björk – foto di Hörður Sveinsson concessa da ufficio stampa ONO Arte

Of monsters and men - foto di oto di Hörður Sveinsson concessa da ufficio stampa ONO Arte
Of monsters and men – foto di oto di Hörður Sveinsson concessa da ufficio stampa ONO Arte

Björk - foto di Viliam Hrubovcak and Jolie concessa da ufficio stampa ONO Arte
Björk – foto di Viliam Hrubovcak and Jolie concessa da ufficio stampa ONO Arte

Darin Zanyar, il famoso cantante svedese, ha fatto coming out: ecco le sue parole

Romina Power look particolare; ecco perché indossa sempre abiti lunghi

Rione Sanità, Marco Malapelle è morto dopo una malattia: ha preso parte a varie fiction

Romina Power: nuovo arrivo in famiglia, è ufficiale

Adriano Celentano: dopo il tradimento arriva la crisi con Claudia Mori

Mara Venier, il racconto dell'incidente domestico in cui ha rischiato di morire

Mara Venier, nuova caduta per la conduttrice di Domenica In che si fa male all'altro ginocchio