Ferragni Chiara

Chiara Ferragni, morta la cagnolina Mati: l’ultimo saluto commuove

Queste le parole dell'imprenditrice digitale: "Ci pensi se non fossi stata la mia Matildona come poteva essere diversa la mia vita?"

In queste ultime ore un terribile lutto ha colpito Chiara Ferragni. L’imprenditrice digitale ha dato l’ultimo saluto a Mati, la cagnolina che per ben 13 anni è stata al suo fianco. Chiara ha salutato Mati per l’ultima volta sulla sua pagina Instagram, con un post che ha commosso tutti. Scopriamo insieme quali sono state le sue parole.

Ferragni Chiara

Mati, la cagnolina di Chiara Ferragni, non c’è più. A rendere pubblica la notizia la scomparsa della cagnolina è stata l’imprenditrice digitale sulla sua pagina Instagram. A Mati la fashion blogger ha dedicato un lungo post le cui parole hanno commosso tutti.

L’ultimo saluto di Chiara Ferragni a Mati inizia con queste parole:

Tutto quello che volevo dirti te l’ho detto all’orecchio in questi giorni, ma tanto tu già sapevi tutto. In questi tredici anni insieme sei stata la mia bambina ed allo stesso tempo la mia amica pronta a farmi sempre compagnia e a farmi sentire amata quando più ne avevo bisogno. Mi bastava abbracciarti e sentire il tuo profumo per sentirmi a casa perché è proprio quello che sei stata sempre: la mia famiglia.

In seguito, Chiara Ferragni ha poi aggiunto:

E hai fatto anche di più, hai ‘creato’ quella che è la nostra famiglia: eri tu ‘il cane di Chiara Ferragni’ di quella canzone che mi ha fatto conoscere il papà nel 2016. Ci pensi se non fossi stata la mia Matildona come poteva essere diversa la mia vita?

Per poi concludere:

Quando ti ho scelta ancora ragazzina, mai avrei pensato che avresti conosciuto i miei bambini, ed invece sei stata stupenda anche nel ruolo di ‘sorella maggiore’: hai regalato loro l’esperienza di amore incondizionato verso un animale che diventa famiglia. Ieri, dopo averti salutata per l’ultima volta ho provato a spiegare a Leo che eri andata in cielo e ci avresti sempre protetti da una nuvoletta lassù. E lui mi ha chiesto come potevamo riconoscere la nuvola perché cosi potevamo salutarti sempre anche noi. Spero di averti fatto vivere una bella vita e di averti fatto sentire il mio amore ogni giorno, perché io il tuo l’ho sentito sempre. Mi mancherà tutto di te Mati, ti saluterò ogni giorno su quella nuvoletta. Sarai per sempre la mia prima bimba.