Clique e le cinque serie tv tutte al femminile

Il giorno di San Valentino è arrivato, ma sdoganiamo un po’ il concetto della feste degli innamorati e, invece, festeggiamo l’amore che proviamo per il nostro essere donne, guerriere che non si arrendono mai, sorelle, madri e amiche. Per questo motivo Infinity, il giorno di San Valentino, porta una nuovissima serie tutta la femminile con delle protagoniste irresistibili: Clique.

Clique

Clique è una serie tv inglese scritta e creata da Jess Brittain, già nota per essere la creatrice della teen series cult Skins. La serie, già rinnovata per una seconda stagione, è incentrata su due amiche dell’università che cercano di farsi strada nell’ambiente accademico. Un mix tra thriller e mondo universitario frutto di una sapiente fusione tra serie di successo come Le Regole del delitto perfetto e Gossip Girl.
Una serie tutta al femminile ambientata ad Edimburgo che ha come protagoniste Holly e Georgia, amiche d’infanzia che metteranno a dura prova la loro amicizia una volta giunte all’Università. Georgia viene infatti scelta per far parte di una società elitaria, la Solasta Women’s Initiative, guidata dalla professoressa Jude McDermid.
Il cambiamento repentino dell’amica porterà Holly a seguire Georgia in un mondo fatto di feste esclusive e di potere, dove i compromessi sono la merce di scambio per il successo.

Clique

Amicizia, ideali e sogni, ma anche sacrifici, decisioni difficile e competizione. Alcuni ingredienti di successo in tante serie televisive che hanno caratterizzato i nostri anni. Clique sembra avere tutte le carte in regola per entrare nella cerchia di quelle serie televisive tutte al femminile che ci hanno accompagnato ridendo, piangendo, soffrendo e anche gioendo con le loro protagoniste.

Ma quali sono le cinque serie tv cult al femminile imperdibili?

Clique

 

Sex and the City

Come non iniziare con le donne, le quattro amiche più iconiche di sempre del panorama televisivo? Carrie, Samantha, Charlotte e Miranda sono state per noi molto più che delle semplici amiche, ma dei veri e propri simboli che hanno sdoganato tanti tabù presenti nella televisione e legati al mondo femminile.
Il sesso, l’essere single e donne di successo, il tradimento, l’indipendenza. Quattro amiche tanto diverse quanto legati dal loro incredibile amore per l’essere donna.

Clique

Benvenuti nell’era dell’anti-innocenza: nessuno fa colazione da Tiffany e nessuno ha storie da ricordare; facciamo colazione alle sette e abbiamo storie che cerchiamo di dimenticare il più in fretta possibile. L’autoconservazione e concludere affari hanno priorità assoluta. Cupido ha preso il volo dal condominio.

Sex and the City è una serie statunitense trasmessa tra il 1998 e il 2004 su HBO. Nonostante siano passati vent’anni dal primo episodio, questa serie tv continua a restare una costante per la vita di molte di noi e tante altre serie, legate a questo tipo di tematiche e alla sfera femminile, non esisterebbero senza di lei.

Streghe

E dalle amiche passiamo alle sorelle più famose, e magiche, del panorama televisivo. Le sorelle Halliwell sono le protagoniste della serie Streghe – in originale Charmed – trasmessa dal 1998 al 2006. E anche in questo caso di anni ne sono passati venti dal primo episodio, ma le giovani streghe e la loro lotta contro il male, ma anche alle difficoltà di ogni giorno come le pene d’amore di Phoebe, l’essere madre di Piper e il riuscire a mantenere una doppia identità di Prue, sembra non essere mai passata di moda.

Clique

Assieme a loro ne abbiamo passate tante, compresa l’elaborazione del lutto, l’abituarsi ad una nuova sorella, restare ferite dai segreti incredibili nascosti per generazione all’interno della famiglia Halliwell. Eppure loro sono state delle grandi pioniere dell’era televisiva sull’universo femminile, capaci di non arrendersi e spezzarsi mai, portando sulle spalle il “peso” di una grande serie tv dove le donne ne hanno fatto da padrone.

Girls

Il titolo di questa serie parla per sé. Se con i precedenti due titoli abbiamo visto il seme del femminismo entrare nella produzione audiovisiva, il Girls della creatrice, sceneggiatrice e attrice Lena Dunham mette in atto la lezione, parlando ancora più sfacciatamente del mondo delle donne.
Andato in onda dal 2012 al 2017 – sebbene qui in Italia siano arrivate solo due stagioni – Girl è uno show dalla natura fresca e genuina, dotato di un umorismo e realismo con cui tutte le interpreti sono riuscite a rappresentare le donne e le relazioni interpersonali.

Clique

Una serie senza filtri, senza peli sulla lingua e cha da sempre rappresentato la realtà in ogni sua sfumatura, nella sua essenza più cruda e veritiera. Una serie che negli ultimi anni si è concentrata moltissimo sull’attuale concezione di femminismo e che ha voluto abbattere molti stereotipi legati all’universo femminile, ancora confinato in antiquati simboli di perfezione e ideologia maschilista. Indubbiamente parliamo di una delle più forti serie di rottura della tv.

Orange Is The New Black

Quando si parla di serie tutte al femminile è impossibile non pensare ad Orange Is The New Black, dove la componente maschile è veramente ridotta al minimo sindacabile. Serie corale basata sul libro Orange Is the New Black: My Year in a Women’s Prison, trasposizione appunto sull’anno passato in prigione della stessa autrice/protagonista, Piper Chapman.

La serie affronta tante tematiche differenti legate non solo al mondo femminile ma anche alla società americana. Si parla di omosessualità ed omofobia, di discriminazione razziale, di immigrazione ma anche di abuso di potere, di società patriarcale, di lotta a favore dei diritti. Una serie che ha saputo con gli anni darci un enorme spettro della condizione attuale di molte donne in stato di difficoltà, ma anche dei tanti limiti della società americana.

Clique

Attraverso il personaggio di Piper quello che andiamo a compiere è un vero e proprio viaggio in tanti mondi diversi uniti nello stesso universo. Mondi raccontati dagli occhi di donne guerriere e combattive, ma anche donne molto fragili, a volte stanche, altre volte avvilite e derubate della propria dignità, ma inarrestabile di fronte a tutto e a tutti. Una serie che non può assolutamente mancare alla nostra collezione!

Big Little Lies

E tornando in campo contemporaneo, non possiamo non parlare di quella che possiamo considerare la serie dell’anno assieme a The Handmaid’s Tale, ovvero Big Little Lies. Nel tempo del #metoo e #timeisup, degli abusi, violenze e molestia in casa e sul lavoro, Big Little Lies è una finestra aperta sul mondo delle donne. Un mondo raccontato attraverso la voce di tre amiche, tre mogli, tre madri che vivono a Monterey e sono alle prese con i piccoli e grandi problemi della vita quotidiana. Madeline soffre perché la figlia sta crescendo a fianco della nuova compagna dell’ex marito, Jane è una ragazza madre con un trauma alle spalle da superare, mentre Celeste subisce gli abusi del marito.

Clique

Storie di tutti giorni, che in ogni istante riempiono le “case protette” di molte di noi ma che, non sempre, riescono ad avere la forza di dire basta. Non riescono a trovare la voce per fare luce su situazioni inaccettabili. Big Little Lies, grazie alle sue incredibili interpreti, è un prodotto di enorme qualità, appassionante e veritiero, che ha spronato tante spettatrici; ha ispirato e condotto verso una strada diversa. Serie apprezzata da tutta la critica del mondo, vincitrice di numerosi premi, tra cui il Golden Globe come miglior miniserie dell’anno.

In questo panorama di donne diverse tra loro, donne forti e bellissime, ma che dentro di sé nascondono milioni di fragilità. Amiche pronte a spalleggiarsi, madri pronte a difendere i propri figli, donne inarrestabili, Clique sembra essere un’ottima risposta al mondo delle future donne. Una serie in bilico tra l’adolescenza e l’età adulta che nello spaccato di vita delle sue protagoniste, è pronta a prendersi il suo posto tra le migliori serie tv tutte al femminile dell’anno.

Da oggi la prima stagione di Clique è disponibile sulla piattaforma Infinity

di Gabriella Giliberti