Corona chiede scusa ai Magistrati

Corona si pente e chiede scusa ai Magistrati: "Ho capito i miei errori, datemi un'altra possibilità"

Home > Spettacolo > Corona chiede scusa ai Magistrati

Corona si pente e chiede scusa ai Magistrati: “Ho capito i miei errori, datemi un’altra possibilità”

fabrizio-corona-arrestato

Siamo abituati al suo carattere duro e spocchioso, ma in tribunale è tutta un’altra persona: Fabrizio Corona, l’ex re dei paparazzi ritornato un mese fa in carcere dopo aver violato i termini che gli permettevano di restare fuori dal carcere, ha chiesto ai magistrati “un’altra possibilità”.
Questa la “preghiera” rivolta ai giudici durante l’udienza al tribunale di sorveglianza di Milano che dovrà decidere proprio sul futuro dell’imprenditore 45enne. A raccontare l’umore di Corona è stato il suo avvocato, Ivano Chiesa, il quale ha chiesto ai magistrati che venga concesso al suo assistito di nuovo l’affidamento, anche con criteri più restrittivi rispetto a quelli finora avuti. Per convincerli sarebbe disposto anche a frequentare una struttura terapeutica.

fabrizio-corona-arrestato

Secondo quanto riferito dal suo legale, Corona ha ammesso i suoi errori dinanzi ai magistrati, in aula ha riferito che sa di “avere fatto qualcosa di sbagliato” e per questo vorrebbe avere una nuova possibilità per dimostrare di essere cambiato. Ha spiegato di essere pronto per continuare l’affidamento terapeutico, che questa volta però dovrà frequentare tre volte a settimana obbligatoriamente con la possibilità di dormire a casa sua.

La decisione sul nuovo affidamento verrà effettuata nei prossimi giorni con il tribunale di sorveglianza che potrebbe revocare o meno l’affidamento terapeutico per Corona. Se gli venisse negata una nuova possibilità il 45enne dovrà restare in carcere.
La procura generale ha chiesto ai giudici di revocare definitivamente la misura disposta nei suoi confronti. Inoltre, l‘avvocato Generale Nunzia Gatto, avrebbe anche chiesto che il periodo già trascorso in affidamento venga azzerato in quanto Corona ha violato ripetutamente i termini dell’accordo. Se anche quest’ultima richiesta venisse accolta dai giudici, Corona potrebbe dover restare in galera almeno fino al 2023.