E’ morto Prince: 10 motivi per dirgli grazie per quello che ha fatto

 

Mentre dobbiamo ancora riprenderci dalla morte di David Bowie, ecco che il mondo della musica è di nuovo in lutto: all’età di 57 anni è morto Prince. La notizia è arrivata all’improvviso pochissimi minuti fa: è ancora giallo sule cause della morte del folletto di Minneapolis (era chiamato così perché non era tanto alto), che è stato trovato privo di vita nella sua abitazione. Noi oggi vogliamo ricordarlo per quello che ha fatto per cambiare il mondo e cambiare noi, con la sua musica e con le sue scelte di vita.

prince1
Addio Prince!

1. La sua voce

Dobbiamo ringraziarlo per aver condiviso la sua voce con il mondo intero: indimenticabile!

2. Le sue canzoni

Dobbiamo ringraziarlo per le canzoni che ci ha lasciato in eredità: quelle, almeno, nessuno potrà portarcele via.

prince2
L’artista aveva 57 anni

3. I suoi look

Dobbiamo ringraziarlo per i suoi look: è stato un camaleonte della musica moderna. Dopo di lui, sono venute solo delle “copie”.

4. Il suo essere libero

Non ha mai nascosto le sue preferenze sessuali, non si è mai nascosto dietro un dito, ma ha sempre vissuto la sessualità e l’amore con assoluta libertà.

5. La sua lotta contro le major

Sono note le battaglie contro le imposizioni delle major: i cambi di nome e la scritta slave (schiavo) sulla guancia erano proprio n segno della sua protesta.

prince3
Lui ha per sempre cambiato il mondo della musica

6. Il suo stile musicale

Musicista poliedrico, si è sempre ispirato a grandi artisti, riuscendo sempre a proporci della musica indimenticabile.

7. Black music

Lui l’ha cambiata per sempre. Senza se e senza ma, senza mezzi termini.

prince4
Già ci manca!

8. I suoi film

Ebbene sì, Prince è stato anche attore, in diversi film da Purple Rain, del 1984, a New Girl, la serie tv nel 2014.

9. I suoi concerti

Chi lo ha ascoltato live non lo dimenticherà mai… E ha avuto una grande fortuna!

10. Il suo essere Prince

Semplicemente, era Prince e oggi tutte le parole sono vane!

di Redazione