Eminem in Italia per la prima volta, tutte le informazioni sul concerto di Milano

Non aveva mai tenuto un concerto da noi!

Home > Spettacolo > Eminem in Italia per la prima volta, tutte le informazioni sul concerto di Milano

Eminem in Italia per la prima volta in concerto. Non era mai successo prima nella lunga carriera del rapper statunitense, che era arrivato nel nostro paese giusto per un’ospitata a un Festival di Sanremo e agli MTV Music Awards di Roma. Proprio qualche giorno fa Albertino aveva lanciato l’appello al musicista statunitense, perché i suoi fan lo attendevano anche qui da noi ed erano un po’ stanchi di dover sempre andare in Europa per un suo concerto. A luglio Eminem sarà proprio in Italia con il suo primo concerto tricolore.

Eminem salirà sul palco dell’Area Expo di Milano il prossimo 7 luglio: una data unica per quello che è il primo live in assoluto in Italia del rapper bianco. Era stato ospite nel 2001 al Festival di Sanremo condotto da Raffaella Carrà e poi aveva regalato a tutti i fan una performance in occasione degli Carrà e si è poi esibito agli Mtv, ma mai avevamo avuto occasione di vederlo in un concerto live tutto suo.

Almeno fino al 2018, anno della svolta. Il rapper, che ha vinto 15 Grammy Awards nel corso della sua carriera, fresco del suo album Revival, finalmente accontenterà tutti i fan italiani, che potranno assistere a quello che già si preannuncia come uno storico live.

I biglietti saranno in vendita a partire da mercoledì 31 gennaio alle ore 10.00 per 48 ore, fino alle ore 10.00 di venerdì 2 febbraio, su MyLiveNation. La vendita generale dei biglietti, invece, sarà aperta da venerdì 2 febbraio, a partire dalle ore 10.00 su www.ticketmaster.it e www.ticketone.it.

Vi conviene registrarvi e scaricare MyLiveNation o utilizzare l’eventuale account che avete già attivato sul portale, così da essere certi di aggiudicarvi per primi i biglietti dello storico concerto di Eminem in Italia.

E speriamo di non dover assistere all’ennesimo caso di Secondary Ticketing: sarebbe davvero un brutto biglietto da visita per il panorama musicale italiano di fronte a un rapper che ci “degna” della sua presenza per la prima volta dopo tanti anni, non vi pare?