Fiorello torna in tv con Edicola Fiore: i suoi momenti migliori

Il mattatore tv arriva su Sky Uno a dare la sveglia agli Italiani

 

È ufficiale, Fiorello è tornato in tv con la sua Edicola Fiore su Sky Uno HD. Il programma nato per la radio e diventato un cult grazie alle imitazioni pungenti di Fiorello, le incursioni di personaggi famosi, quell’atmosfera da bar di quartiere, adesso ha preso il via come format tv. La rassegna stampa ironica e spietata di Edicola Fiore da stamani è andata in video alle 7.30 in diretta e andrà in replica alle 13.20 e alle 20.30 in una versione speciale rieditata.

Fiorello
Fiorello

Fino al 10 giugno, dal lunedì al venerdì, Rosario Fiorello (nome e cognome da artista cresciuto) intratterrà i telespettatori con le sue divagazioni sulle news quotidiane contornato da “gli amici del bar” che con lui commentano i fatti del giorno. Da animatore nei villaggi turistici a intrattenitore panem et circensem, Fiorello negli anni è diventato uno dei migliori showman della tv italiana. Indimenticabile il sodalizio con il conduttore radiofonico Marco Baldini con cui ha condotto programmi come Viva Radio2, Edicola Fiore a Radio Due e Fuori programma a Radio Uno.

Fiorello in tv
Fiorello in tv

Dissolto il sodalizio l’anno scorso (per problemi personali di Marco Baldini), adesso Rosario Fiorello torna con la sua Edicola Fiore all’insegna dell’intrattenimento tv, circondato da personaggi buffi e fuori contesto come la spalle Agonia, ecco un teaser che spiega lo spirito di Edicola Fiore.

 

Era un po’ che si sentiva la mancanza di Fiorello in tv. Ecco una lista dei suoi migliori momenti artistici, dalla tv alla radio e perfino alla musica, che tra gli scheletri nell’armadio nemmeno troppo nascosti di Fiorello ci sono hit populiste tormentoni estivi che tutti, o quasi, ricordiamo (ma vorremmo dimenticare).

Spiagge

Ci piace perché: fa subito Ibiza dei poveri. A chi non può andare al mare per impegni di lavoro di studio è un calmante dell’anima di fronte a chi in spiaggia ci va e ascolta musica simile.

 

Sì o no (Please don’t go)

Ci piace perché: il mash-up con Please don’t go di Double You (cantante fagocitato dal buco nero delle hit anni’90) è un concentrato di tamarreide pura. Ci riporta al decennio ’90 quando in ogni chioschetto sulla spiaggia rimbombava questa canzone da rimorchio tra creme abbronzati e tequila boom boom.

 

Meglio dell’originale

Ci piace perché: Fiorello è da sempre uno dei migliori imitatori di Mike Bongiorno, non solo per l’intonazione della voce, ma per aver colto lo spirito finto-buonista del compianto sommo presentatore tv. Eccolo in una esilarante imitazione di Mike Bongiorno in radio a Viva Radio Due.

 

Ci piace perché: la versione di Ignazio La Russa di Fiorello riesce addirittura a renderlo simpatico. Il “Digiamolo” incipit di ogni frase del politico è diventato un tormentone.

 

Ci piace perché: lo stesso Maestro Camilleri adora l’imitazione che Fiorello fa di lui e si presta a fare sketch con la coppia Fiorello-Baldini.