Francesca De André viva per miracolo

Francesca De André viva per miracolo: “Naso rotto e trauma cranico a causa del mio ex”

Francesca De André si mostra per la prima volta dopo il periodo buio vissuto con il suo ex: “Sono finita in ospedale in codice rosso, ecco cosa è accaduto…”

Francesca De André viva per miracolo parla finalmente degli ultimi anni vissuti nel terrore e nella paura accanto alla persona che amava con tutta sé stessa. La ex gieffina era sparita dal piccolo schermo ormai da mesi senza spiegare il motivo della sua inaspettata decisione.

Nella giornata di ieri però, la nipote del grande cantautore Fabrizio, ha deciso di svuotare il sacco e di svelare a tutt’Italia il periodo buio che stava vivendo. Già i primi giorni di maggio il giovane volto di Canale 5 aveva condiviso all’interno del proprio profilo Instagram una piccola parte di quello che, a causa del suo ormai ex fidanzato, stava attraversando.

Quest’ultima infatti, spiegò di essere vittima di danni psicologici e fisici da parte del suo compagno ma di non essere ancora pronta a raccontare il tutto. Ora, a distanza di diverse settimane, Francesca ha deciso di rilasciare una lunga e dolorosa intervista al settimanale Chi.

Fin da subito la stessa ex gieffina aveva spiegato come, la sua storia d’amore, fosse complicata e mostrasse dei problemi di rabbia incontrollata. Nonostante questo però, Francesca ha cercato in tutti i modi di aiutare il suo compagno pensando di poterlo salvare e annullando completamente sé stessa.

Francesca De André viva per miracolo: “naso rotto, lividi e trauma cranico”

A intervistare Francesca all’interno del noto settimanale è il giornalista Gabriele Parpiglia che, ha raccontato di aver visto la ex gieffina piena di lividi, con il naso rotto, labbra gonfie, denti spezzati, lividi ed anche bruciature causate da dei mozziconi di sigaretta.

L’influencer dopo settimane di silenzio ha così svelato il momento buio che ha attraversato a causa del suo ormai ex fidanzato: Sono vittima di un amore tossico, violenze psicologiche e fisiche che mi hanno distrutto. Per lui avevo rinunciato a tutto, Risultato: traumi cranici, calci in testa, sangue e dolore. Spero lo arrestino”.

Francesca per tutto questo tempo era convinta di poterlo aiutare: “Io dentro di me dicevo a me stessa ‘Va bene così, si calmerà, forse lo posso salvare o aiutare in questo modo’, subendo. Annullavo me stessa mentre ero sottoposta ad ogni tipo di umiliazione, che avveniva sempre in due fasi: la prima a parole, la seconda fisica. Ma io lo amavo. A volte riuscivo a fermarlo usando il cellulare per riprendere tutto e minacciando di denunciarlo. Ma le volte in cui ho vinto io sono state rare. Ho quasi sempre perso”.

Intervista dal famoso giornalista, Francesca ha ammesso di aver sbagliato a non denunciare e di rendersi ancora poco conto di quello che realmente è accaduto. A salvarla dall’ennesima aggressione da parte del suo ex fu proprio la vicina di casa che chiamo l’ambulanza e i carabinieri.

“Anche lui li aveva chiamati, per coprirsi le spalle. Il comandante Massimiliano De Luca, al quale devo tutto, ha capito immediatamente la situazione. In quel momento è successo il delirio. Lui è scappato da dietro casa, nel bosco, portando con sé il mio telefono dove c’erano le prove di altre aggressioni”.

Francesca termina poi affermando: “Non volevo denunciare ma questa volta la denuncia era d’ufficio perché colto in flagranza di reato. Poi lo hanno preso e io sono finita in codice rosso in ospedale. La tac alla testa però ha evidenziato un trauma cranico e poi c’era il corpo completamente tumefatto. I capi d’accusa così sono aumentati e spero che la legge lo spedisca in carcere, dove gli auguro il peggio, perché uomini così devono pagare”.