Giorgia

Giorgia, l’addio alla madre di Alex Baroni: “voglio pensarti con il tuo adorato figlio”

A dare l'estremo saluto alla madre di Alex Baroni si unisce anche la cantautrice Giorgia, compagna del cantante: "voglio pensarti con il tuo adorato figlio"

Nella giornata del 22 marzo si è spenta anche la madre del cantante Alex Baroni, morto nell’aprile del 2002. La donna, deceduta a causa del coronavirus, è stata ricordata anche dalla cantante Giorgia, compagna del figlio fino alla fine. così la cantautrice scrive sui social: “voglio pensarti accanto al tuo adorato figlio”.

Giorgia Todrani, meglio conosciuta solo come Giorgia, è una cantautrice italiana di fama internazionale. Nel 2002 ha subito la perdita del suo compagno, il cantante italiano Alex Baroni. Nella giornata del 22 marzo, invece, è venuta a mancare la madre del cantante, Marina Marcelletti.

Giorgia

Giorgia ha voluto fare dei post per ricordare la donna. Sotto una foto di Marina Marcelletti, in una posa sorridente e felice, Giorgia scrive poche righe: “ciao Marina
voglio pensarti col tuo adorato figlio adesso, a ridere della follia della vita,
che donna eccezionale sei stata
Marina Baroni”.

 

A dare la notizia della scomparsa della donna ci ha pensato Valeria Frasca, la nipote:

“Finora solo numeri. Li leggi, e forse l’istinto alla vita ti fa pensare che quella cosa non ti toccherà mai. Aveva una treccia lunghissima ed era la donna più solare e positiva che io abbia mai conosciuto. Perse un figlio tanti anni fa, qualcuno di voi forse lo ricorderà, faceva il cantante. Il suo nome era Alex Baroni”.

alex-baroni

La donna perse il figlio nell’aprile del 2002, quando il ragazzo venne a mancare a causa di un incidente stradale in sella alla sua motocicletta, sulla Circumvallazione Claudia.  Aveva avuto successo grazie alla sua bravura e a delle splendide canzoni come “Onde“, “Solo per te” o “La distanza di un amore“.

alex-baroni-marina-marcellitti

La madre, per tutta la vita, ha dovuto combattere contro il dolore per la perdita di un figlio. Iniziò a correre e divenne una runner e girò instancabilmente il mondo, riuscendo ad andare avanti nonostante la perdita di un figlio di soli 36 anni.