Guerre Stellari, chi è il personaggio più odiato di Star Wars?

Ecco il personaggio che i fan proprio non hanno digerito...

 

Lo sapete chi è il personaggio più odiato di tutta la saga di Star Wars? In attesa dell’uscita del nuovo film, che sarà nelle sale cinematografiche a dicembre, giusto in tempo per Natale 2015, ecco che vi sveliamo che in realtà il personaggio che meno è stato digerito dai fan della saga in realtà non è un cattivone (anzi, di solito i personaggi negativi sono sempre molto affascinanti…), ma uno dei buoni… Avete capito di chi stiamo parlando? Del povero Jar Jar Binks… Che in realtà io ho adorato!

guerre-stellari-Jar-Jar-Binks1

Jar Jar Binks ne La Minaccia Fantasma

Nonostante compaia praticamente solo nella Minaccia Fantasma, il personaggio di Jar Jar Binks è stato uno dei più criticati della nuova saga: l’alieno umanoide, che non smette mai di parlare con quella sua vocina particolare e con quella sua testa a forma di lumaca, che segue Obi-Wan e il suo maestro Qui-Gon Jinn nel film proprio non è piaciuto.

guerre-stellari-Jar-Jar-Binks

Jar Jar Binks è stato molto criticato

Doveva sostituire C-3PO ed R2-D2 come personaggio “leggero”, ma non è riuscito nel suo intento: i fan lo trovano fastidioso, isolato, fuori dal contesto, per niente comico…

guerre-stellari-Jar-Jar-Binks2

E pensare che doveva essere un personaggio “comico”

guerre-stellari-Jar-Jar-Binks3

Ma non è stato apprezzato dai fan della saga!

Chissà poi perché, a me non era dispiaciuto… Ma io non sono una fan della saga, sarà per quello? :D

Michael De Giorgio accoltellatelo dalla fidanzata: parla con Deianira Marzano

Grande Fratello Vip, svelato il nome del concorrente positivo al Covid

Gerry Scotti, nonostante il Covid non molla: "Direi che sono fortunato"

Stefano De Martino, un nuovo amore bussa alla porta: lei è stata con un noto rapper

GF Vip, Antonella Elia a Alba Parietti: "Gallina con le penne arruffate"

Mara Carfagna, mamma per la prima volta: "Il coronamento di un sogno"

Elisabetta Gregoraci e Flavio Briatore hanno un accordo post-matrimoniale