I libri da leggere durante le vacanze

 

Le vacanze si avvicinano e tra gli oggetti che accompagneranno i nostri momenti di relax non può certo mancare un buon libro.
Per la rubrica di questo mese abbiamo pensato di suggerirvi 10 titoli tra i più variegati per poter rendere ancora più speciali le vostre vacanze, a voi la scelta:

Notti in bianco, Baci a colazione di Matteo Bussola

Notti in bianco, baci a colazione
Notti in bianco, baci a colazione

E’ un bravissimo illustratore, ma si è fatto conoscere ai più raccontando su Facebook la sua quotidianità in famiglia con la moglie Paola Barbato (anche lei fumettista) e le tre figlie Virginia, Ginevra e Melania.
Il suo è diventato un piccolo caso social, basti pensare che la sua lettera aperta a Fedez ha ottenuto ben 10mila like. Adesso tutti i suoi racconti sono stati raccolti in questo volume edito Einaudi molto piacevole da leggere. Eccovi un estratto:

Nella mia vita insonne io sono: padre, figlio, amico, cuoco, chitarrista, giardiniere, disegnatore, amante, lavatore di piatti, costruttore di torri coi cubetti e un mucchio di altre cose, tutti i giorni e non sempre in quest’ordine. Ma ho scoperto che la prima cosa è l’unica che mi contenga per intero”.

Crocchetto e Panzerotta di Ana Oncina

Crocchetto e Panzerotta
Crocchetto e Panzerotta

Rimanendo nell’ambito della fumettistica, questo della giovanissima illustratrice spagnola Ana Oncina ha riscosso un grandissimo successo e, di certo, non passerà inosservato nemmeno in Italia.
Crocchetto e Panzerotta sono i protagonisti  di questa storia.  I due si conoscono, si piacciono e vanno a vivere insieme. Hanno un cane e un gatto, problemi comuni, un lavoro, amici e poco tempo libero, sono una coppia come tante altre, se non fossero un panzerotto e una crocchetta, nel loro caso specifico Panzerotta e Crocchetto. E’ il caso di successo più rilevante di fumetto spagnolo degli ultimi anni, lo troverete intelligente e irresistibile, come i due personaggi!!

Basilicò di Giulio Macaione

Basilicò
Basilicò

La nuovo graphic novel di Giulio Macaione che sarà in libreria dal 30 giugno.
Si tratta di un vero e proprio affresco familiare raccontato dal punto di vista dei figli di una matriarca siciliana che si riuniscono dopo tanto tempo solo per la morte della madre. Il racconto è costruito intorno alle ricette di famiglia, che intervallano i capitoli e che il lettore è caldamente invitato a cucinare veramente: parmigiana di melanzane, pesto alla genovese, cuscus trapanese, salsa di pomodoro, pizza margherita e caponata.
Una narrazione color seppia che disegna una Sicilia sospesa tra antico e moderno, bellissima e dolorosa, che Giulio Macaione racconta perfettamente.

La tristezza ha il sonno leggero di Lorenzo Marone

La tristezza ha il sonno leggero
La tristezza ha il sonno leggero

Dopo La tentazione di essere felici, Marone torna in libreria con un altro romanzo vincente. Storia e personaggi a parte, il punto di forza rimane la sua capacità narrativa, sempre di un certo livello stilistico.
Il protagonista è Erri che dopo la separazione dalla moglie, che lo ha tradito, dopo un matrimonio che ha finito per intrappolarli entrambi in una monotonia insopportabile e un’infanzia trascorsa in bilico tra due famiglie allargate dove si sentiva come un mezzo figlio, si ritrova a fare i conti con sé stesso, un uomo a metà, e a dover prendere delle decisioni per intraprendere la strada giusta per il suo futuro.

Essere vivi di Cristina Comencini

Essere vivi
Essere vivi

Essere vivi è la storia di una donna, Caterina, che parte per la Grecia per un appuntamento molto doloroso, l’identificazione all’obitorio dei corpi della madre e il suo compagno che sono stati trovati morti, probabilmente a causa di un suicidio.
Ma Caterina deve ancora trovare il modo per affrontare i lati oscuri della sua infanzia, quella di una bambina adottata e tormentata a causa del suo approccio introspettivo a qualsiasi cosa e dal fatto di esserti sempre sentita inadeguata, nonostante l’amore che le è stato dato dalla seconda famiglia.

Per tornare a essere viva sarà costretta a tornare alle origini, a quel passato oscuro prima dell’adozione quando era costretta al silenzio e alla povertà. Un altro bell’esempio della capacità narrativa della Comencini caratterizzata da un’analisi introspettiva, profonda e mai banale.

Camera single di Chiara Sfregola

Camera single
Camera single

Camera Single è nata nel 2014 come rubrica settimanale su Lezpop.it che raccontava, in un format tra Sex and the City e Il diario di Bridget Jones, le storie di un gruppo di amiche lesbiche.
Adesso Camera Single è diventato un romanzo, la protagonista è Linda, ha 27 anni e si ritrova ad affrontare l’addio della fidanzata Margherita, quella che pensava fosse la donna della sua vita, e cerca conforto nelle “Lelle ignoranti”, le sue amiche, la sua famiglia adottiva alle prese con i problemi e le disavventure di chi ha 30 anni, in una Roma contemporanea raccontata da chi l’ha vissuta davvero: molto carino e divertente!!

Vento e flipper di Haruki Murakami

Vento e flipper
Vento e flipper

E’ uscito in libreria lo scorso mese di maggio e comprende i due romanzi brevi Ascolta la canzone del vento e Flipper, 1973, che condividono lo stesso narratore. Il nuovo libro di Murakami è inedito in Italia, ma i due volumi inclusi sono tra i primi pubblicati dallo scrittore in Giappone.
Nell’introduzione al volume, assolutamente inedita, Murakami racconta di quando, a 29 anni, ebbe un’illuminazione e decise che sarebbe diventato uno scrittore.

Murakami iniziò a scrivere nei ritagli di tempi, mentre gestiva il suo jazz bar, il Peter the Cat, e ultimò questi due brevi romanzi che vennero molto ben accolti in Giappone, considerati il giusto compromesso tra innovazione e tradizione.
Personalmente sono molto curiosa di leggerli!

Coach in love di Barbara Fabbroni

Coach in love
Coach in love

Barbara Fabbroni ha costruito una storia fresca, divertente e al contempo emozionante, perfetta per le vacanze. Il libro è stato presentato al Festival del cinema di Taormina dove ha anche ricevuto per mano della madrina, Maria Grazia Cucinotta, il premio “Città di Taormina Award” per essere riuscita a tracciare precisamente le dinamiche di una società 2.0 attraverso la storia di Mia e Jacop, a sua a volta arricchita da molte altre storie, come quelle delle amiche Lavinia, Sole e Giorgia e dei loro amici Ettore, Edoardo e Lapo.

Prova ancora ad amarmi di Sylvia Kant

Prova ad amarmi ancora
Prova ad amarmi ancora

E’ il seguito del fenomeno editoriale Prova ad amarmi di Sylvia Kant, fresco di uscita (20 giugno) visti i presupposti ha tutte le carte in regola per riconfermarsi al numero 1 delle classifiche di gradimento anche questa volta.

La valle delle bambole di Jacqueline Susann

La valle delle bambole
La valle delle bambole

Incoronato come un classico della cultura pop, questo libro di Jacqueline Susann fu pubblicato nel 1966 e fu uno dei più clamorosi casi editoriali della letteratura americana, arrivando a vendere nel mondo oltre 30 milioni di copie, un numero che fino a quel momento era stato raggiunto solo da Via col vento.
Il libro racconta le storie di tre ragazze che nel secondo dopoguerra approdano a New York per cercare fortuna. Le cose non vanno come sognavamo e l’unica consolazione sono “le bambole”, ovvero le pasticche che servono a trovare un po’ di pace o di eccitazione, almeno fino a quando non si trasformeranno in uno strumento di autodistruzione. Il successo di questo romanzo è dovuto al suo linguaggio schietto senza autocensure, in grado di trattare temi brucianti della vita delle donne come il piacere, il lavoro, l’amore e il matrimonio, con un registro nuovo e moderno. Una piccola opera d’arte della letteratura che ancora oggi ha moltissimo da dire.

Che m’importa che tu faccia la brava di Morena Rossi

copertina_rossi:copertina_berlusconario.qxd.qxd
Che m’importa che tu faccia la brava

Infine vogliamo consigliarvi questo libro, scritto da Morena Rossi, una nostra cara amica/collegacon lei abbiamo condiviso il primo Bigodino.it, scriveva per la nostra redazione, poi le nostre strade si sono divise, ma non ci siamo mai lasciate, vero Morena? Oggi abbiamo il piacere di consigliarvi Che m’importa che tu faccia la brava, una storia senza alcuna morale risolutiva e pacificatoria che tuttavia riesce a traghettare il lettore con leggerezza e ironia verso la riva di un rapporto “bello e possibile” evitando gli scogli dell’ingenuità e del cinismo.

Photos credits: da  Bao Publishing, Fanucci editore, Einaudi, Longanesi, Newtow Compton Editori, Pink edizioni, Sonzogno editori. 

di Carlotta Di Falco