Influencer in lacrime rifiuta lavori classici

"Non sono niente senza i miei followers", influencer in lacrime

Home > Spettacolo > Influencer in lacrime rifiuta lavori classici
Ci sono alcuni mestieri che resistono al tempo e altri che ai tempi si adattano. A questa seconda categoria appartiene indubbiamente quello dell’influencer. Stiamo parlando di persone comuni che sono riuscite a crearsi un seguito importante sui vari canali social e che, per questo motivo, come suggerisce il nome del loro mestiere, sono in grado di influenzare i loro follower. I metodi per guadagnare sono diversi, ma gli affari più grandi si fanno tramite percentuali sulla vendita di prodotti di marchi più o meno famosi. L’esempio più lampante di influencer italiana che è diventata milionaria grazie ai suoi follower è Chiara Ferragni. Come lei ce ne sono tante altre, anche se la maggior parte ha un seguito decisamente minore rispetto alla moglie del cantante pop Fedez.
Le influencer ci sono un po’ in tutto il mondo. Chiaramente negli Stati Uniti d’America le persone che scelgono questa carriera (o almeno ci provano) abbondano. Nelle ultime ore si sta parlando di una giovanissima ragazza in particolare, che rischia seriamente di aver perso per sempre i suoi tanti seguaci. Si chiama Jessy Taylor, è statunintese e ha 22 anni. Qualche ora fa Instagram – per motivi che non sono stati ancora resi noti, anche se secondo la ragazza c’entrano le tantissime segnalazioni dei suoi “haters” – ha eliminato il suo seguitissimo account.
La ragazza, poco dopo aver appreso la notizia, ha pubblicato un video su YouTube in cui si dispera letteralmente per quanto accaduto. La Taylor piange lacrime di rabbia e disperazione, scagliandosi poi contro chi lavora per Instagram, dicendo che quanto accaduto per lei è “doloroso”.
Poi ammette sinceramente: “Senza i miei followers non sono niente!”. Nel video registrato presumibilmente al buio della sua stanzetta la ventiduenne aggiunge, altrettanto sinceramente, che l’idea di dover lavorare come tutti gli altri la spaventa. “Sono a Los Angeles perché voglio fare questo lavoro: stare su Instagram. Non riesco a immaginare di dover cercare un posto normale e lavorare dalle 9 alle 17. Infine Jessy spiega che prima di diventare famosa sui social aveva lavorato solo come cassiera da McDonald’s.