Leonardo Di Caprio e l’Oscar per The Revenant: sì o no?

5 motivi per cui Leo non ce la può fare...

 

Ce la farà Leonardo di Caprio a vincere un premio Oscar come miglior attore protagonista per The Revenant alla cerimonia dell’Academy Award del prossimo 28 febbraio? I pronostici sono bloccati, quando si tratta di Leonardo di Caprio e l’Oscar ogni ragionamento perde di significato.

leonardo-dicaprio-golden-globes
Leonardo DiCaprio ai Golden Globes 2016

Se negli anni ha già collezionato quattro nomination all’Oscar per Buon Compleanno Mr. Grape (1994), The Aviator (2005), Blood Diamond (2007) e The Wolf of Wall Street (2014) con magistrali interpretazioni non ci sono certezze per dire che vincerà con The Revenant. Perché? Ecco di seguito i pro e i contro della corsa di Leonardo DiCaprio verso l’Oscar.

Non vendere la pelle dell’orso prima di averlo ucciso

Sì, è vero che Leonardo DiCaprio ha vinto il Golden Globe e il premio Bafta per il suo ruolo in The Revenant, ma, come lui ben sa, non si può vendere la pelle dell’orso prima di averlo ucciso. Se le conferme dei premi già ricevuti potevano essere un’indicazione di vittoria dopo quattro nomination andate in fumo c’è poco da sperare.

Vincere, per gioco

oscarleo_game
Leo’s Red Carpet rampage

Dalla sua Leonardo DiCaprio ha il fatto di essere diventato un vero e proprio caso mediatico da scuotere (?) le coscienze degli Oscar. Internet pullula di meme e parodie a lui dedicati, da ultimo c’è addirittura un videogioco, Red Carpet Rampage, in stile piattaforma anni ’80 in cui Leonardo DiCaprio si lancia sul red carpet alla cattura della statuetta dell’Oscar. Tra gli ostacoli da schivare ci sono paparazzi e Lady Gaga, che l’avrebbe “maledetto” con un’occhiataccia agli ultimi Golden Globes.

Metodo Stanislavskij

Leonardo di Caprio
Leonardo DiCaprio

Ormai da attore e “rimbalzato” consumato ai premi Oscar, Leonardo DiCaprio saprà accusare il colpo in caso di sconfitta. Negli anni ha avuto modo di perfezionare l’espressione di eterno “ce l’avevo quasi fatta”: in perfetto insegnamento del metodo Stanislavskij sa immedesimarsi nel ruolo di perdente.

Hollywood non perdona

Hollywood-Sunset
Hollywood

Leonardo DiCaprio non è mai stato ruffiano verso l’Academy ed Hollywood. Dopo il successo planetario di Titanic che lo rese la star del momento, scelse di fare un passo indietro, prediligendo pellicole più indipendenti rispetto a quelle proposte dalle major di Hollywood: le storie prima degli incassi. E questo, Hollywood e la sua passione per gli incassi se lo ricordano bene e non perdonano.

Stella, stellina, l’Oscar non si avvicina

walk of fame
Walk of fame

Sulla Hollywood Walk of Fame pensate che ci sia una stella con il nome di Leonardo DiCaprio? C’è quella della sua compagna di scena in Titanic, Kate Winslet, ma per il povero Leo nemmeno una scintilla. Che la sua presenza non sia gradita alla Mecca del cinema sembra ormai cosa certa, forse potrà sperare in vecchiaia un Oscar alla carriera?

Ai posteri, e all’Academy, l’ardua sentenza.