Lindsay Lohan si scusa per i commenti sul movimento #MeToo

"Mi dispiace per ogni dolore che possa aver causato il mio commento."

Lindsay Lohan si è ufficialmente scusata per le osservazioni controverse che ha recentemente fatto sul movimento #MeToo. Ma, prima di arrivare alle sue scuse, un rapido aggiornamento:

In una intervista al quotidiano The Times, l’attrice attacca le star di Hollywood che hanno deciso di raccontare alcuni episodi di violenza sessuale soltanto molti anni dopo averli subiti. “Se ti succede qualcosa, ne devi discutere al momento.” 



ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

“La cosa migliore da fare quando subisci un abuso è andare dalla polizia e denunciare subito. Secondo me parlarne così fa sembrare deboli delle donne che in realtà sono molto forti. Il rischio è che l’attenzione si sposti dall’episodio di violenza, che invece deve restare centrale” ha spiegato.

Ovviamente, questi commenti non sono piaciuti a un sacco di persone e ora l’attrice ha risposto alle critiche con una dichiarazione a People:

“Vorrei scusarmi incondizionatamente per qualsiasi ferita o angoscia causata dalla mia recente intervista con The Times. Le mie parole si riferivano esclusivamente alla mia speranza che, una manciata di false testimonianze, non servano a diluire l’importanza del movimento #MeToo, e tutti noi che lo difendiamo. Da allora ho imparato che, affermazioni come le mie, sono viste come dolorose, il che non è mai stato il mio intento. Mi dispiace per ogni dolore che possa aver causato. Credo fortemente nel movimento #MeToo e ho il massimo rispetto e ammirazione per le donne abbastanza coraggiose da farsi avanti e parlare delle loro esperienze. La loro testimonianza è servita a proteggere coloro che non sanno parlare e danno forza a coloro che hanno lottato per farsi ascoltare.”