Luciano De Crescenzo è morto oggi a Roma

Luciano De Crescenzo, il grande scrittore, regista, attore e conduttore televisivo è morto all'età di 90 anni a Roma; ecco cos'è successo

Home > Spettacolo > Luciano De Crescenzo è morto oggi a Roma

Luciano De Crescenzo, l’ingegnere filosofo che raccontò Napoli, è morto all’età di 90 anni oggi a Roma. Il grande regista, scrittore, conduttore televisivo e attore era nato il 18 agosto 1928 nel borgo di Santa Lucia, a Napoli e soffriva da tempo di una malattia neurologica degenerativa. Conosciamo meglio questo grande uomo.

Luciano De Crescenzo si è spento oggi a Roma all’età di 90 anni. Tra un mese avrebbe compiuto 91 anni. Era affetto da una malattia neurologica degenerativa ma a portarlo via è stata una polmonite. Accanto a lui, al suo capezzale fino alla fine, c’è stata la figlia Paola De Crescenzo che lo ha assistito fino all’ultimo respiro. Insieme a lei c’erano anche i suoi nipoti, il genero ed Enzo D’Elia, il suo agente.

luciano-de-crescenzo

Il professor Bellavista, come lo chiamavano gli amici, viveva nella capitale insieme alla sua famiglia, nello stesso palazzo del suo grande amico Bud Spencer. Le sue condizioni erano precarie e il suo corpo indebolito dalla malattia non è riuscito a combattere i postumi della polmonite.

luciano-de-crescenzo-bianco-e-nero

Luciano De Crescenzo ha scritto più di 50 libri e ha venduto oltre 18 milioni di copie vendute nel mondo. I suoi libri sono stati venduti in 25 paesi e tradotti in 19 lingue. Tra i suoi film vogliamo ricordare “Così Parlò Bellavista” e “32 dicembre” in cui ha saputo raccontare, con molta ironia, la sua città natia, Napoli.

luciano-de-crescenzo-scrittore

Sul piccolo schermo ha avuto un grande successo con diversi programmi tv. Uno, in particolare, è stato indimenticabile: “Zeus – Le Gesta degli Dei e degli Eroi” in cui il professore metteva l’accento sui miti e sulle leggende degli antichi greci.

luciano-de-crescenzo-foto

Sono famosi anche i suoi successi cinematografici. Ha debuttato nel 1980 come attore nel ruolo del Padreterno, ne “Il pap’occhio” diretto da Renzo Arbore. Con lui sul palco c’era anche l’amico Roberto Benigni.  In “Sabato domenica e lunedì” della Wermuller ha recitato anche con Sophia Loren.

R.I.P. grande uomo!