Madonna: God save the Queen of Pop

La regina del pop compie 60 anni, vita e successi di una delle donne più potenti del mondo

Iconic” non è solo una sua canzone, ma anche l’unico aggettivo con cui si può descrivere Madonna. Cantante, ballerina, attrice, regista, stilista, scrittrice, produttrice musicale e cinematografica, una vita di successi, scandali che l’hanno resa un mito mondiale e la sola e unica Regina del Pop.



ACQUISTA TAPPETINO FRESCO

ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

Madonna Louise Veronica Ciccone nasce a Bay City nel Michigan e e cresciuta a Pontiac. Terza di sei fratelli è figlia di Silvio Ciccone (di origini italiane) e di Madonna Louise Fortin (franco-canadese). Nel 1963, all’età di cinque anni, perde la madre a causa di un tumore al seno, il fatto la segna profondamente e la rende molto autonoma, tanto che per Madonna stessa il non essere cresciuta con sua madre l’ha resa la donna senza freni che è ora.
ACQUISTA TAPPETINO FRESCO
Passa la sua vita da liceale fra le cheerleader dove diventa un’eccellente ballerina, senza però dimenticare la scuola, Madonna eccelle in tutte le materie tanto da iscriversi all’Università del Michigan ed ottenere una borsa di studio per la danza, qui conosce Christopher Flynn, insegnante di ballo e figura chiave nella vita della cantante. Il coreografo è il primo ad accorgersi dell’enorme talento della ragazza tanto da incoraggiarla nella sua carriera. Nonostante i suoi ottimi risultati scolastici, Madonna, decide di abbandonare gli studi per tentare la carriera di Ballerina a New York.

La Grande Mela e 35 Dollari

Madonna arriva a New York con soli 35 dollari in tasca e nessun posto dove vivere, per alcuni mesi dormirà sul divano di un amica pur di seguire le lezioni di danza del coreografo Alvin Ailey, grazie ai pochi soldi guadagnati si trasferisce in un monolocale dove viene derubata e aggredita diverse volte, in una delle aggressioni, Madonna, subì una violenza vicino la scuola dove studiava, fu un grande shock per la cantante che riuscì a parlarne solo nel 2016 in occasione della premiazione ai Billboard Women in Music.

Cercando di vivere nella Grande Mela, Madonna, sbarca il lunario arrivando a fare diversi lavori contemporaneamente anche come modella per studenti di pittura e fotografia, che vendettero a riviste come Playboy e Penthouse i loro lavori quando la cantante diventò un’icona mondiale. Nello stesso periodo frequenta Dan Gilroy e fonda il gruppo dei Breakfast Club, dove partecipa attivamente come batterista, cantante ed autrice di alcuni testi. Vola a Parigi per partecipare al video di Patrick Hernandez Born to Be Alive, durante il suo soggiorno parigino viene notata da alcuni produttori che ne fanno una starlette da discoteca, ma la ville lumiere piace poco alla Regina del Pop che decide di tornare a New York, dove per sbarcare il lunario partecipa ad un thriller erotico dal titolo L’Oggetto del Desiderio, che uscirà solo nel 1985 (dopo il successo di Like a Virgin).

“Penso che il motivo più grande per cui sono stata in grado di esprimere me stessa e di non essere intimidita, è stato non avere una madre. Per esempio, una madre ti insegna le buone maniere. E io non ho assolutamente imparato nessuno di questi modi e regole.”

Dopo la rottura con Bray, Madonna, inizia a produrre brani dance che ottengono un discreto successo sulla scena newyorkese. È in questo periodo che il suo demo di Everybody viene notato dal dj e produttore musicale Mark Kamis, che porta subito il brano all’attenzione della Sire Records. Firmato il contratto nel 1982, il brano, viene subito lanciato nelle radio dove ottenne un discreto successo arrivano alla posizione numero 3 della “Billboard Hot Dance/Club Party Chart”. Secondo singolo è Burning Up e a luglio dello stesso anno esce il suo primo album chiamato semplicemente Madonna.

Terzo estratto è Holiday brano che lancia anche fuori dagli Stati Uniti raggiungendo la posizione numero 16 della “Billboard Hot 100″ ed è la prima Top 20 di Madonna in molti paesi. Seguono Borderline e Lucky Star, quest’ultimo entra nella top five della classifica statunitense.

Like a Virgin e la nascita del mito

Nel 1984 Madonna pubblica il suo secondo album dal titolo Like a Virgin che riesce a raggiungere la posizione numero 1 della “Billboard Top 200 Albums Chart“. Singolo di lancio è proprio il brano omonimo che lancia Madonna nell’olimpo della musica che si posiziona al primo posto negli Stati Uniti per ben sei settimane diventando un successo planetario. Il merito non va solo ai singoli estratti (Angel, Dress you Up e Material Girl) ma anche alla capacità dell’artista di cambiare la sua immagine da sensuale oggetto del desiderio a ironica vamp (molto simile a Marlyn Monroe) nel video Material Girl. Like a Virgin vende 21 milioni di copie nel mondo e grazie a questo album riceve il suo primo “MTV Video Music Award“: il prestigioso “Video Vanguard Award” per il grande impatto nel mondo dei video.

Nel 1985 recita nel film Vision Quest, arrivato in Italia con il nome di Crazy For You, il suo ruolo è quello di una cantante di piano bar e la pellicola è l’ottima occasione per presentare il suo nuovo singolo, Crazy For You che ottiene  un discreto successo tra critica e pubblico. Nello stesso anno però riesce ad ottenere il ruolo da protagonista in Cercasi Susan Disperatamente che ottiene un buon successo commerciale e ottime critiche. La colonna sonora del film contiene anche Into The Groove, il brano le regala la numero 1 nella classifica inglese e un enorme successo in tutto il mondo tanto che verrà ristampata una seconda versione di Like a Virgin in cui viene inserito il brano.

Nel 1986 pubblica l’album True Blue, che diventa il primo album di un’artista femminile ad entrare subito in prima posizione della “Billboard Top 200″ ed è anche l’album più venduto di madonna con ben 25 milioni di copie. Il disco presenta brani di enorme successo come Live To Tell, True Blue, Open Your Heart e la Isla Bonita, ma a destare maggior scalpore è il singolo Papa Don’t Preach soprattutto per le ire delle associazioni pro-aborto.

La portavoce della National Organization of Women critica pesantemente il testo della canzone e Madonna stessa chiedendole di lasciare qualche dichiarazione o di fare un brano a sostegno dell’aborto. Le associazioni anti-abortiste, invece, elogiano la cantante, e Susan Carpenter-McMillan, presidente della Feminists for Life sostiene che con questa canzone Madonna ha mostrato alle donne e giovani ragazze madri che esiste un’alternativa all’aborto, ovvero tenere il figlio. Nell’estate del 1987 inizia il suo primo tour mondiale dal titolo Who’s That Girl Tour che tocca anche Nord -America, Giappone ed Europa.

Gli anni ’80 si concludono con l’album Like a Prayer da cui vengono estratti sei singoli: Like a Prayer, Express Yourself, Cherish, Keep It Together, Dear Jessie Oh Father. Nonostante le ottime critiche all’album nel suo complesso il video della title track viene aspramente criticato e ritenuto blasfemo da alcune associazioni cristiane e poi dallo stesso Vaticano che impedisce alla cantante di andare in Italia e censura il video.

In Like a Prayer, Madonna, bacia una statua di un santo di colore, appare con le stigmate e balla davanti a delle croci in fiamme. Nonostante le controversie, però, il singolo è uno dei più venduti della storia. Poco prima dell’uscita del album Madonna aveva firmato un contratto milionario con la Pepsi girando uno spot, con la canzone Like a Prayer, in cui la star rievocava la sua infanzia. A causa dello scandalo suscitato dal video però gli spot vennero ritirati e la Pepsi rifiutò la sponsorizzazione del Blond Ambition Tour che andò alla Pioneer.

Gli anni ’90: il Vouge, la fase Sex, Evita e Ray of Light

Nel 1990 Madonna partecipa al film Dick Tracy e firma alcuni brani della colonna sonora che andranno a finire nel suo album I’m Breathless, ma il singolo più famoso estratto dal disco rimane Vogue. Nel videoclip l’artista si esibisce nel vogueing, un ballo che Madonna aveva scoperto in un locale di Chelsea e molto in voga nella comunità LGBT di New York, assunse così i ballerini e compose il brano Vogue che diventò famoso in tutto il mondo.

Alla fine del 1990 pubblica The Immaculate Collection. La raccolta include quindici successi, più due inediti che raggiungono la top ten statunitense; Rescue Me Justify My Love (scritta in collaborazione con Lenny Kravitz) che con il suo contenuto erotico e il suo provocante video, censurato da MTV, anticipa la cosiddetta “fase sex” della carriera di Madonna. L’album vende trenta milioni di copie nel mondo e viene certificato disco di diamante negli Stati Uniti.

Nel 1991 Madonna è protagonista del film-documentario, A letto con Madonna, presentato in anteprima al Festival di Cannes di quell’anno, che racconta i retroscena durante i concerti del Blond Ambition Tour. Nel film, che alterna immagini sul palco e dietro le quinte, la personalità e la vita privata di Madonna vengono esplorate nei più intimi dettagli, tanto che i ballerini Oliver Crumes, Kevin Stea e Gabriel Trupin hanno fatto causa alla popstar per frode e violazione della privacy per aver incluso nel documentario delle scene che la popstar aveva promesso di non montare. Nel 1992, Madonna appare nel film Ragazze vincenti con Tom Hanks e Geena Davis. Il film ottiene un discreto successo e la canzone principale della colonna sonora del film, This Used to Be My Playground, pubblicata nella compilation celebrativa dei Giochi Olimpici di Barcellona.

Nel 1992 inizia una delle fasi più controverse della carriera di Madonna, secondo quella che sembra un’organizzata operazione di marketing escono, nello stesso periodo, il libro Sex, l’album Erotica e il film Body of Evidence – Il Corpo del Reato. La svolta Eros della cantante inizia proprio con il libro fotografico curato da Steven Meisel e che vede raccolte le fantasie erotiche di Madonna. Esce poi il quinto album in studio della cantante, Erotica, di cui il primo singolo prende il nome il cui testo è molto spinto, escono dallo stesso album altri singoli tra cui Deeper and Deeper e Rain. Sulla riga della nuova svolta esce anche il film Body of Evidence – Il Corpo del Reato, il film, che racconta della relazione tra una gallerista accusata di omicidio e il suo difensore, viene definito eccessivamente esplicito nelle scene di sesso (spesso sadomaso) tra i protagonisti.

Nel 1994 pubblica il singolo I’ll Remember per il film 110 e Lode, ad ottobre esce l’album Bedtime Stories anticipate dal singolo Secret, che anticipa l’album e l’altro fortunatissimo singolo Take a Bow co-prodotto con Babyface, mantiene la vetta della classifica “Billboard Hot 100″ per ben sette settimane consecutive, superando il record di Like a Virgin. Inoltre vengono estratti Bedtime Story, scritta da Björk e Human NatureMadonna pubblica verso la fine dell’anno Something to Remember, una raccolta delle sue ballate più celebri che comprende anche gli inediti You’ll SeeI Want You e One More Chance. Il gruppo britannico trip-hop dei Massive Attack collabora nel riarrangiamento di I Want You, cover di una canzone di Marvin Gaye.

Nel 1996 esce il film Evita, musical che racconta la vita di Evita Peron diretto da Alan Parker. Le critiche sono unanime e positive tanto che si aggiudica un Golden Globe come migliore attrice in un film commedia o musicale. Della colonna sonora Evita vengono pubblicate due edizioni: la prima include una selezione delle canzoni del film mentre la seconda in due CD include tutte le canzoni eseguite. L’album della colonna sonora riscuote un grande successo grazie ai singoli Don’t Cry for Me Argentina e You Must Love Me, canzone scritta da Tim Rice e Andrew Lloyd Webber appositamente per il film e che vince il premio Oscar per la migliore canzone.

Verso la fine degli anni ’90 Madonna pubblica il nuovo album dal titolo Ray of Light nato dalla collaborazione con il produttore musicale William Horbit. Un nuovo cambio di rotta per la Regina del Pop che svolta verso sonorità più techno e atmosfere più introspettive ed intimiste. L’album è anticipato dal singolo Frozen che raggiunge la top five americana così come il secondo singolo Ray of Light per il quale Madonna vince tre Grammy Awards. Agli MTV Video Music Awards 1998 si esibisce in Ray of Light simulando una scena di sesso con il viso ornato da immagini indù simbolizzanti castità e purezza.

Questo gesto scatena i dissensi della World Vaishnava Association, che si dice offesa a nome di tutti gli induisti dall’esibizione della cantante. Il terzo singolo estratto è Drowned World/Substitute for Love che però non viene pubblicato negli Stati Uniti. Il video della canzone viene pesantemente criticato per la somiglianza negli eventi che ricordano la morte di Lady Diana. Gli altri singoli estratti dall’album sono The Power of Good-Bye e Nothing Really MattersNel 1999 pubblica un nuovo singolo dal titolo Beautiful Stranger, scritta ed interpretata per la colonna sonora del film Austin Powers: la spia che ci provava.

Gli anni 2000: Music, American Life, Confession e Hard Candy

Nel 2000 Madonna esce con un nuovo film al cinema dal titolo Sai che c’è di nuovo? insieme a Rupert Everett. Riadatta per la colonna sonora, e pubblica come singolo, una cover del celebre successo degli anni settanta di Don McLeanAmerican Pie che raggiunge presto la vetta delle classifiche internazionali. Nello stesso anno pubblica un nuovo album dal titolo Music, anticipato dall’omonimo singolo, rispetto a Ray of Light vira verso una versione dance – pop – country. Da Music escono altri singoli come Don’t Tell Me What It Feels Like for a Girlquest’ultimo uscì con un video ritenuto molto controverso e che venne censurato per le scene di violenza e di morte, anche se l’obiettivo del video era di mettere in risalto il fatto che la violenza da parte degli uomini non è censurata, mentre da parte delle donne sì.

Nel 2002 Madonna recita nel ruolo che fu di Mariangela Melato nel remake del film di Lina Wertmüller, Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto, insieme ad Adriano Giannini che a sua volta interpreta il ruolo che già fu di suo padre Giancarlo. Nell’ottobre dello stesso anno pubblica un singolo dal titolo Die Another Day tema principale della colonna sonora del 20º film di James Bond, La morte può attendere, e nominato per il Golden Globe come “migliore canzone originale“.

Nell’aprile del 2003 esce l’album American Life anticipato dal singolo omonimo che scatenò non poche polemiche: la prima versione del video vedeva, infatti, una surreale sfilata di moda in cui i modelli sfilano in divise militari e in cui vengono mostrate scene violente di guerre, esplosioni e morti, pochi giorni prima dell’uscita ufficiale viene ritirato e sostituito con un’altra versione “innocua” in cui, al posto delle scene di guerra, Madonna esegue il brano ripresa in primo piano.

Ma era ormai troppo tardi e molti americani videro il video come anti-americano. Secondo singolo è stato Hollywood in cui Madonna denuncia la vanità e il successo criticando aspramente lo stile hollywoodiano. Altro singolo uscito da American Life è stato Love Profusion con un video diretto da Luc Besson, la canzone venne utilizzata anche come colonna sonora della pubblicità di un noto profumo di Estée LauderBeyond Paradise.

Intanto si esibisce con Britney Spears, Christina Aguilera e Missy Elliott in una performance molto discussa agli MTV Video Music Awards, in cui le quattro artiste eseguono un medley di Like A Virgin Hollywood. Durante l’esibizione Madonna bacia sulla bocca Spears e Aguilera. La performance diventerà una delle più memorabili della storia di MTV. Alcuni mesi dopo Madonna collaborerà proprio con la Spears ad un singolo dal titolo Me Against The Music.

Nel novembre 2005 Madonna pubblica Confessions on a Dance Floor, il suo decimo album in studio, co-prodotto da Madonna, Stuart Price, Mirwais Ahmadzaï e Bloodshy & Avant. Confessions on a Dance Floor segna il ritorno di Madonna alla dance e al genere degli esordi. L’album debutta alla posizione numero uno della Billboard 200.  L’album riceve le migliori recensioni e critiche dall’uscita di Ray of Light. Il primo singolo, Hung Up diviene la canzone con un maggior numero di primi posti in classifica della storia grazie al raggiungimento della vetta in cinquanta paesi, il brano diviene inoltre il singolo di maggior successo della carriera di Madonna.Oltre ad Hung Up sono usciti anche: Sorry e Jump.

Durante l’estate Madonna parte con il suo tour chiamato “Confession Tour” che uscirà in dvd in uno speciale cofanetto anticipato da due singoli remixati Future Lovers/I Feel Love e Music Inferno. Music Inferno è una delle poche canzoni remixate cantate dal vivo in un concerto ad avere successo nella storia della musica.

Nel marzo 2008 viene lanciato in tutto il mondo 4 Minutes, primo singolo che precede l’uscita dell’album Hard Candy. Il brano, eseguito in duetto con Justin Timberlake e con la collaborazione di Timbaland, a cinque mesi dalla pubblicazione ha raggiunto i due milioni di copie vendute. Hard Candy, pubblicato il 25 aprile 2008, vede una grande partecipazione di Timberlake, che ha co-scritto cinque tracce, in quattro delle quali è presente anche come voce in duetto con Madonna. Il secondo singolo estratto da Hard Candy è Give It 2 Me (brano a cui partecipa anche il rapper Pharrell Williams) seguito da Miles Away, del quale verrà pubblicato un video con estratti dal vivo tratti dall’ultimo tour. Il 23 agosto di quell’anno, Madonna è partita con il suo ottavo tour mondiale, lo Sticky & Sweet Tour.

Nel 2008 Madonna fa il suo debutto come regista: scrive la sceneggiatura di Sacro e Profano e decide di occupare il posto dietro la cinepresa, suo sogno nel cassetto da molto tempo. Il film, presentato al Festival di Berlino, è una commedia che racconta la storia di tre persone che cercano di sbarcare nel mondo dello spettacolo. La pellicola ha ricevuto per lo più critiche negative.

A settembre 2009, dopo 27 anni di carriera di Madonna con la Warner, viene pubblicato il terzo greatest hits della cantante dal titolo Celebration, che contiene alcuni dei suoi maggiori successi e viene pubblicato in diverse versioni. Il disco contiene anche due inediti: la title track Celebration, primo singolo della raccolta e il secondo Revolver.

Gli anni 2010: MDNA e Rebel Heart

Nella prima metà del 2012 è prevista l’uscita del film W.E. – Edward e Wallis, del quale l’artista è regista. Il film interpretato da Andrea Riseborough, James D’Arcy e Abbie Cornish, narra la storia d’amore tormentata tra Wallis Simpson e re Edoardo VIII. Il 5 febbraio 2012, allo stadio d’Indianapolis, Madonna si è esibita durante l’half-time show del SuperBowl XLVI, accompagnano Madonna i LMFAO, Nicki Minaj e M.I.A e Cee-Lo Green.

Nel febbraio del 2012, è stato reso disponibile al pre-ordine su iTunes il dodicesimo album di Madonna, MDNA. È stato pubblicato il 26 marzo 2012, e preceduto da Give Me All Your Luvin’ interpretato insieme a Nicki Minaj e M.I.A., e presentato in anteprima mondiale al Super Bowl. Dallo stesso album sono usciti Girl Gone Wild e Turn Up The Radio il cui video venne girato durante la tappa italiana del MDNA Tour a Firenze.

Nel marzo 2013, Madonna ha tenuto un discorso durante il GLAAD Awards sulla libertà sessuale e sull’uguaglianza, contro l’omofobia e la violenza sulle donne. Il 24 settembre 2013 esce invece secretprojectrevolution, un film di 17 minuti in collaborazione col fotografo Steven Klein, contro la violenza nelle carceri e il femminicidio.

A causa della pubblicazione illegale, da parte di sconosciuti, di quasi tutte le tracce contenute nell’album che sarebbe dovuto uscire nel 2015, Madonna pubblica il giorno 20 dicembre 2014 il nuovo disco, Rebel Heart, in prenotazione sul noto store di musica iTunes. Inizialmente sono scaricabili solamente le prime sei canzoni, altre verranno rese disponibili fino al 10 marzo 2015, data di uscita definitiva dell’album. Lo stesso 20 dicembre è stato ufficializzato come primo singolo della nuova era Living for Love.

Dall’album vengono estratti tre singoli ufficiali: il primo è appunto il sovracitato Living for Love, Iil secondo singolo estratto è Ghosttown, anch’esso affiancato dalla pubblicazione di un video ufficiale su YouTube e pubblicato il 13 marzo 2015, il terzo è Bitch I’m Madonna, che vede la collaborazione vocale della rapper Nicki Minaj e viene pubblicato il 15 giugno 2015, il brano è stato scritto con il dj Diplo e presenta influssi tipicamente raggae, electro house e dance. Il quarto singolo è Hold Tight, pubblicato per le sole radio italiane dal 24 luglio 2015.

Attualmente Madonna è impegnata con la produzione di un nuovo album il cui singolo di lancio, Beautiful Game, è stato presentato al Met Gala di quest’anno.

Madonna: vita privata

La vita privata della Regina del Pop è costellata da flirt e storie d’amore, nel 1985 Madonna e Prince vissero un breve flirt che culminò con la collaborazione nell’album Like a Prayer per il brano Love Song. I due avevano in progetto anche un musical a quattro mani mai realizzato a causa dell’incrinarsi del loro rapporto, ricucito, dopo oltre vent’anni, solo nel 2011.

Nel 1985, durante le riprese del video di Material Girl, Madonna conosce l’attore Sean Penn, con il quale si sposa il giorno del suo 27º compleanno, il 16 agosto 1985, in una cerimonia sulla spiaggia di Malibù. Il 28 dicembre 1988, Madonna denuncia allo sceriffo di Malibù il marito, con l’accusa di violenza domestica; l’accusa è stata poi ritirata. Nel gennaio del 1989, i due firmano le carte per il divorzio. Subito dopo conosce l’attore Warren Beatty sul set di Dick Tracy nel 1989. Negli anni ’90 frequenta il campione di basket Dannis Rodman e il modello Tony Ward.

Nel settembre 1994, al Central Park di New York, Madonna incontra quello che sarebbe diventato il suo personal trainer, Carlos Leon, con cui inizia ben presto una relazione. Il 14 ottobre 1996 la cantante dà alla luce a Los Angeles la sua prima figlia, Lourdes Maria, ma questo non la tiene legata al compagno, da cui si separa quasi subito.

A fine 1998 Madonna conosce il regista Guy Ritchie, tramite l’amico comune Sting. I due hanno un figlio, Rocco John, che nasce l’11 agosto 2000. Il 22 dicembre dello stesso anno Madonna sposa Ritchie nella cornice dello Skibo Castle in Scozia. In seguito al matrimonio, la cantante trasloca dagli Stati Uniti per risiedere a Londra. Divorzierà dal regista nell’ottobre del 2008. Successivamente le vengono attribuiti flirt con ragazzi più giovani, come il modello Jesus Luz e il ballerino Brahim Zaibat.

Oltre ai suoi due figli naturali Madonna ha adottato David Banda, Mercy James e le gemelline Stella e Esther Mwale.

Impatto culturale e filantropia della Regina del Pop

Fin dal suo debutto Madonna non ha solo rivoluzionato la musica attraverso la fusione di vari stili per creare qualcosa di nuovo, allo stesso modo Madonna ha creato una vera e propria rivoluzione culturale andando contro tutti gli status – quo imposti dalla società. Il suo opporsi apertamente ai preconcetti l’hanno resa un’icona della comunità LGBT alla quale si è sentita sempre molto legata tanto da aver preso ispirazione alla cultura gay per molti dei suoi brani tra cui la famosissima Vogue.

Il suo andare contro le convenzioni rende Madonna un esempio da seguire per tante giovani donne che come lei per buona parte della loro vita si sono sentite poco attraenti. I suoi discorsi femministi e la rivelazione, pochi anni fa, della violenza subita appena trasferita a New York l’hanno resa una delle maggiori icone femminili del mondo moderno, una lotta continua che la Regina del Pop affronta giornalmente anche attraverso le sue canzoni come la splendida What It Feels Like for a Girl il cui intro è preso dal film Il Giardino di Cemento.

“Girls can wear jeans and cut their hair short, wear shirts and boots ’cause it’s OK to be a boy. But for a boy to look like a girl is degrading ’cause you think that being a girl is degrading. But secretly, you’d love to know what it’s like. Wouldn’t you? What it feels like for a girl…”

Da sempre molto attenta alle tematiche sociali, Madonna, combatte da sempre una guerra personale contro l’AIDS che si è portata via molti dei suoi amici più cari. Ma non solo, da diversi anni sostiene una campagna per l’associazione, da lei fondata, Raising Malawi. Nel 2006 ha fondato, insieme al co-direttore della Kaballah Centre International Michael Berg, un’organizzazione no-profit per il sostentamento alimentare, educativo, medico e psicologico degli oltre 1.400.000 orfani del Malawi, chiamata Raising Malawi. Per promuovere la causa ha finanziato un documentario sulla situazione dei bambini malawiani, intitolato I Am Because We Are. Ha inoltre costituito una partnership con Jeffrey Sachs, economista e fondatore della Earth Institute, per migliorare l’agricoltura, l’economia e la salute di un villaggio vicino alla zona che ospita il centro d’assistenza della Raising Malawi.

Nonostante gli scandali e le critiche ricevute Madonna non può che essere considerata una vera e proprio icona del nostro secolo, un’artista il cui impatto non si è ripercosso solo sulla musica ma anche sulla cultura pop degli ultimi 35 anni.