Mamma Mia! Ci Risiamo: si torna a cantare!

Arriva il secondo capitolo del musical dedicato alle canzoni degli ABBA

Indossate i vostri zatteroni perché stiamo per tornare a Kalokairi. Ol Parker firma Mamma Mia! Ci Risiamo, sequel del musical del 2008 ispirato alle canzoni degli ABBA e che vedeva Meryl Streep protagonista indiscussa.

 

Nel 2008, la regista Phyllidia Lloyd, ci portava per la prima volta a Kalokairi, fittizia isoletta greca che si dice abbia ospitato la leggendaria Fonte di Afrodite, a vivere su questo lembo di terra Donna Sheridan, proprietaria di un hotel semi-cadente e madre della giovane Sophie che invitava i suoi tre probabili padri a partecipare al suo matrimonio. Il film fu un successo, grazie anche alle trascinanti canzoni deglli ABBA e alla bravura dei protagonisti. Dieci anni dopo Ol Parker prova a raddoppiare il successo con Mamma Mia! Ci Risiamo, in uscita nelle sale italiane il 6 settembre, questa volta però la storia da raccontare è quella di Donna e del suo arrivo sulla magica isoletta. Grazie ai flashback veniamo catapultati negli anni ’70 dove una neolaureata Donna, decide di voler girare l’Europa. Qui inizierà il racconto di come ha conosciuto i tre futuri padri di Sophie: Bill, Sam e Harry. Il tutto ovviamente condito dalle canzoni degli ABBA.



ACQUISTA TAPPETINO FRESCOSe il Mamma Mia! originale fu un successo strepitoso si deve ringraziare la colonna sonora e la bravura degli attori protagonisti, Meryl Streep in testa, che seppero colmare le lacune di una sceneggiatura approssimativa e da una regia non eccelsa, purtroppo in questo caso nemmeno la bravura del nuovo cast con Lily James protagonista riesce a risolvere i grandi problemi che la pellicola sembra portare avanti. Una storia sconclusionata quella di Mamma Mia! Ci Risiamo che lascia il tempo che trova, andando molte volte anche “contro” la storia raccontata nel primo indimenticabile film e che vede utilizzate le canzoni “sfigate” del gruppo svedese, tanto che i momenti veramente trascinanti li abbiamo solo quando il cast si cimenta replicando due delle canzoni simbolo del musical del 2008: Dancing Queen e Mamma Mia.


Nonostante però i tanti, troppi, difetti Mamma Mia! Ci Risiamo riesce comunque a farci divertire grazie a degli ottimi numeri musicali e alcune gag comiche da antologia. Il cast dei “giovani” riesce a tenere il ritmo grazie e soprattutto alla sorprendente bravura di Lily James che ha avuto l’arduo compito di interpretare Donna Sheridan da giovane. La James ha dimostrato buone capacità recitative “facendo suo” un personaggio che è stato interpretato da un mostro sacro del cinema come la Streep. Ottima prova anche per gli altri protagonisti: Jeremy Irvine, Hugh Skinner, Josh Dylan, Alexa Davies e Jessica Keenan Wynn. I “giovani” convincono nei loro ruoli dimostrando una certa attitudine sia alla recitazione che al canto.

Ovviamente per quanto meno presenti, il cast originale, ha comunque una marcia in più, tanto che i momenti più divertenti si hanno proprio grazie a Pierce Brosnan, Colin Firth, Stellan Skarsgård, Christine Baranski e Julie Walters, che sembrano non aver perso smalto e talento, manca per tutto il film la presenza dell’iconica Meryl Streep (qui presente solo in un cameo). Ma vera stella della pellicola, anche se per pochi minuti è proprio lei: Cher. Il suo arrivo riesce ad accendere lo schermo grazie alla sua immensa presenza, qui nel ruolo di nonna di Sophie  e mamma di Donna. L’arrivo della diva da anche il via ad una delle sequenze top di Mamma Mia! Ci Risiamo, cioè l’esibizione con Andy Garcia sulle note di Fernando, un numero musicale impossibile da dimenticare.

“Inizio a pensare che la mia anima gemella siano i carboidrati.”

“Allora la mia è il vino.”

Tra passato e presente Mamma Mia! Ci Risiamo è un film molto al di sotto delle sue possibilità e del suo precedente capitolo, ma in finale i numeri musicali e il suo non prendersi troppo sul serio ne fanno un prodotto di puro intrattenimento che divertirà e farà cantare tutti quelli che hanno amato il suo predecessore.