Maria De Filippi salvata dal bodyguard

A volte i bodyguard sono davvero indispensabili e lo sa bene Maria De Filippi, placcata dai paparazzi

Home > Spettacolo > Maria De Filippi salvata dal bodyguard

I fatti risalgono a Gennaio scorso, quando Maria De Filippi stava facendo una semplice passeggiata per le vie di Roma. La regina di Canale 5 è stata all’improvvisa braccata da un paparazzo, la donna era a spasso con il suo cagnolino Ugo. Tempestivo l’intervento del suo bodyguard che le si è piazzato davanti, invitandola a cambiare strada.

Maria De Filippi è sicuramente la conduttrice con maggiore successo, soprattutto per i canali Mediaset e per questo è costretta ad uscire sempre con il suo bodyguard di fiducia. La donna è molto amata dal pubblico e proprio recentemente la donna ha ammesso di aver ricevuto diverse minacce.

maria-filippi

Le minacce sarebbero dovute all’introduzione del trono gay all’interno del celebre programma “Uomini e Donne” e proprio per questo motivo oggi Maria non esce più di casa senza il suo personale bodyguard.

maria-de-filippi

Riguardo al trono gay Queen Mary aveva dichiarato “Sono contenta del percorso fatto da Alex, un ragazzo di altri tempi. Alex si è presentato ai provini con i genitori. Siamo già alla ricerca di un nuovo tronista gay, bisogna fare molta attenzione perché siamo esposti. Mi sono dovuta rivolgere alla Digos per denunciare minacce anonime”

body

Nonostante la ricerca quest’anno il trono gay non è stato introdotto, nel corso del programma sono stati solo due i tronista: Claudio Sona che scelse Mario Serpa (attuale opinionista di uomini e donne) e Alex Migliorini, appunto, che scelse Alessandro D’Amico. Entrambe le coppie però non sono mai decollate.

maria-bodyguard

Maria oggi è sotto gli occhi del ciclone anche per un incontro, a dir poco misterioso, con Teresa De Santis, direttore di Rai 1. Al momento non sappiamo cosa sia emerso dal colloquio delle due donne l’unica cosa che confessa Maria è che non ci sarebbe nessun programma in Rai presenziato da Maria solo un “Progetto per sensibilizzazione sociale che riguarda la lotta alla violenza sulle donne”