Nazionale italiana di calcio femminile: cosa ne pensano i connazionali

Nazionale italiana di calcio femminile, sarà seguita o no dai connazionali? Cosa ne pensano gli italiani dell'avventura francese delle azzurre?

Home > Spettacolo > Nazionale italiana di calcio femminile: cosa ne pensano i connazionali

La nazionale italiana di calcio femminile ha dimostrato di che pasta è fatta. Lo aveva già annunciato all’Italia intera qualificandosi ai Mondiali di Francia 2019. Quando i colleghi maschi non erano riusciti ad approdare ai Mondiali di Russia 2018. E non succedeva da decenni. Lo hanno ribadito sul campo, nel match mondiale d’esordio. Ma i connazionali che ne pensano?

nazionale italiana di calcio femminile

Gli occhi dell’Italia intera sono puntati sulla Francia, dove le azzurre della nazionale femminile sono impegnate nei mondiali di calcio. William Hill, bookmaker britannico, ha deciso di analizzare la questione per capire se gli italiani seguiranno o no le azzurre. E visti anche i dati del primo match, c’è dell’entusiasmo nell’aria.

Da 20 anni le azzurre non arrivavano ai Mondiali di Calcio. E oggi sono di nuovo lì. Più agguerrite che mai. L’80% degli intervistati ha detto che seguirà i mondiali femminili, anche se il calcio rosa non è popolare come quello maschile: il 18,5% ammette di non aver mai visto una partita.

Il 25% degli intervistato ammette di seguire sempre gli azzurri in ogni competizione, a prescindere dal genere. E chi non le seguirà? Il 63,2% non conosce le giocatrici. Ma si può sempre correre ai ripari. Infatti il 30,6% degli intervistati ha ammesso che studierà in questi giorni per capire da chi è formata la rosa delle azzurre e quali sono i loro talenti, che metteranno in campo in Francia. Il 38%, invece, è curioso di vedere come una donna può dirigere una panchina di una squadra maschile. E in molti sono convinti che avverrà molto presto.

nazionale femminile italiana di calcio

Il 90,8% degli italiani è sicuro che l’Italia supererà la fase a girone, approdando almeno agli ottavi di finale. E noi ci auguriamo che possano arrivare anche più in là nella competizione. Magari fino alla finale. E magari vincendola anche!