Niccolò Bettarini, figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini, denunciato dal suo ex avvocato

Niccolò Bettarini, figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini, denunciato dal suo ex avvocato per diffamazione. Ecco cosa succede

Home > Spettacolo > Niccolò Bettarini, figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini, denunciato dal suo ex avvocato

Niccolò Bettarini, il figlio di Simona Ventura avuto con l’ex calciatore Stefano Bettarini, è stato denunciato dal suo ex avvocato Alessandra Calabrò per diffamazione. Niccolò Bettrini è ora indagato, il legale lo rappresenta nel luglio 2018 quando il figlio d’arte è stato aggredito fuori da una discoteca milanese

Alessandra Calabrò lo ha rappresentato come parte civile nel processo di primo grado a carico dei quattro giovani accusati di aver aggredito con un coltello, calci e pugni il ragazzo fuori dalla'”Old Fashion”, una famosa discoteca milanese

niccolo-bettarini-simona-venutra-stefano-bettarini-denunciato

Il giovane è indagato per alcune frasi di rabbia espresse sul suo profilo Instagram tramite un video, lo sfogo era dovuto al fatto che, il ragazzo accusato dell’aggressione era stato condannato a 9 anni, ma è poi passato dal carcere ai domiciliari.

stefano-bettrini-niccolo-denunciato

Bettarini junior al tempo si lamentò del giudice ma anche dell’avvocato Alessandra Calabrò, parlando anche di una parcella troppo alta. La donna aveva già rimesso il mandato perché il figlio di Simona Ventura non aveva saldato il conto.

niccolo-bettarini-denunciato

“Spero sarete contenti adesso. Mi ero ripromesso di non parlare più di questa cosa, ma lo faccio perché sono arrabbiato. Quello che è successo si commenta da solo. La giustizia italiana non esiste, è uno schifo. […] Con una condanna a 9,6  e 5 anni, vengono scarcerati tutti dopo un mese con permesso di lavoro ai domiciliari. Qualcosa non quadra, ma questa è la giustizia italiana. È uno schifo!”  queste, sono solo alcune delle dure parole che aveva usato Niccolò Bettarini al tempo

simona-ventura-niccolo-bettarini-denunciato-avvocato

Della vicenda si sta occupando ora il pm milanese, Elio Ramondini. Per ora né mamma Simona né papà Stefano hanno proferito parola sull’accaduto. La triste vicenda è iniziata già il 2 ottobre scorso.

I quattro aggressori erano stati condannati in primo grado a pene tra i 5 e i 9 anni di reclusione.