Pelizon Nikita

Nikita Pelizon denunciata dall’AIDAA: interviene sua sorella

Al GFVip, Nikita Pelizon finisce nei guai dopo aver raccontato di aver tagliato i baffi alla sua gatta

Sebbene abbia fatto di recente il suo ingresso al Grande Fratello Vip, Nikita Pelizon è una delle concorrenti più chiacchierate all’interno della casa più spiata d’Italia. La celebre gieffina avrebbe ricevuto due denunce dall’AIDAA, Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente. Tuttavia, a fare chiarezza in merito alla questione ci ha pensato sua sorella.

Pelizon Nikita

Nella casa del Grande Fratello Vip, Nikita Pelizon aveva raccontato di aver tagliato i baffi alla sua gatta. A dimostrarlo è un video circolato in rete e condiviso dall’AIDAA. Queste erano state le parole della gieffina:

Mia sorella era fissata con le Barbie e ne avevamo tipo cento. Io ero nel periodo parrucchiera e tagliavo ogni cosa: un giorno ho tagliato i capelli a tutte le Barbie e lei si arrabbiò moltissimo. In quel periodo avevo tagliato anche le vibrisse al mio gatto, i baffi. Se tu tagli i baffi ai gatti li mandi in crash totale perché per loro sono la concezione del loro equilibrio e la mia gatta sembrava ubriaca, andava a sbattere addosso agli armadi.

Alla luce del suo racconto, l’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente ha deciso di esporre due denunce nei confronti della ragazza:

Due formali denunce sono state inviate dall’AIDAA Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente questa mattina alle procure di Roma e Trieste per il reato di maltrattamento di animali nei confronti di Nikita Pelizon nata a Trieste il 20 marzo 1994 ed attuale concorrente GF VIP 7 il programma in onda sulle reti Mediaset. La signora Nikita ha infatti dichiarato di aver tagliato per gioco le vibrisse alla propria gatta.


L’esposto è stato accompagnato dal video in cui Nikita dichiara di essersi resa responsabile del gesto nei confronti del suo animale domestico:

Non è chiaro quando sia stato compiuto il reato, certo è che noi ne siamo venuti a conoscenza nei giorni scorsi dalle sconvolgenti parole pronunciate in diretta televisiva durante la trasmissione GF VIP 7 in onda sulle reti Mediaset. Il taglio delle vibrisse del gatto è sicuramente un’atto di violenza inaudita che mette in pericolo la salute del medesimo. Per questo chiediamo di procedere nei confronti del soggetto in oggetto (Nikita Pelizon) per i reati di cui all’articolo 544 del codice penale (maltrattamento di animale).

A causa delle numerose accuse ricevute al programma condotto da Alfonso Signorini, la sorella di Nikita Pelizon ha deciso di intervenire per mettere in chiaro alcune cose. Secondo quanto sostiene la diretta interessata, l’episodio sarebbe avvenuto quando Nikita aveva solo quattro anni e per questo motivo sarebbe “non perseguibile per legge“:

Per una cosa fatta a 4 anni inconsapevolmente non si è assolutamente perseguibili per legge. Se invece dici str0nza e cretina ad una persona è diffamazione e sei perseguibile penalmente. Quindi ti consiglio di pensare prima di parlare perché parole poco pensate portato pene.