Prati Pamela

Pamela Prati costretta a pagare il non-matrimonio: la showgirl finisce in tribunale

Il conto del non-matrimonio tra Pamela Prati e Mark Caltagirone finisce in tribunale

Nonostante il matrimonio tra Pamela Prati e Mark Caltagirone non è mai stato celebrato, la celebre showgirl è stata costretta dal Tribunale a pagare il lavoro svolto dalla wedding planner. Alla luce di questo, la donna ha proposto appello alla sentenza e l’udienza è prevista a dicembre. Scopriamo insieme cosa è successo nel dettaglio.

Prati Pamela

Malgrado siano passati alcuni anni dal matrimonio mai celebrato tra Pamela Prati e Mark Caltagirone, ancora oggi la showgirl ha alle spalle gli strascici della vicenda. La storia risale all’anno 2019 quando la donna ha creduto all’esistenza di un uomo per cui provava amore. Lei stessa si è dichiarata vittima di una truffa che l’ha portata a ritrovarsi al centro di questioni legali.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Pamela Prati (@pamelaprati)

Nel dettaglio, la gieffina si sta ritrovando ad affrontare il processo legato al pagamento richiesto da parte della wedding planner. Quest’ultima, che avrebbe organizzato le nozze, ha ottenuto un decreto ingiuntivo pari a 2500 euro nei confronti di Aicos Management Group srls e Pamela Prati.

La diretta interessata ha presentato la sua opposizione per la sentenza richiedendo l’annulamento della stessa per assenza di documentazione contrattuale. Inoltre ha sostenuto che a commissionare il matrimonio sia stato Aicos srls. Al contrario, la wedding planner ha dichiarato di essere stata in diretto contatto con la Prati per organizzare in ogni minimo dettaglio il matrimonio mai celebrato con Mark Caltagirone.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Pamela Prati (@pamelaprati)

Pamela Prati ha fatto appello alla sentenza: l’udienza è prevista a dicembre

Alla luce di questo, il Giudice Di Pace Di Prato ha respinto la richiesta di Pamela Prati ed è giunto alla conferma del decreto ingiuntivo della wedding planner. Tuttavia, sembra che la gieffina non abbia nessuna intenzione di accettare tale sentenza nei confronti della quale ha proposto appello. Adesso, la prossima udienza in cui si discuterà di tale questione è prevista per il mese di dicembre.