Pavarotti, il documentario di Ron Howard

Pavarotti è il titolo semplice ed essenziale del nuovo grande documentario che il regista americano Ron Howard dedica al grande tenore italiano.

Home > Spettacolo > Pavarotti, il documentario di Ron Howard

Cosa succede se Ron Howard, grande regista americano, ex attore amatissimo per il suo ruolo in Happy Days, racconta uno dei più grandi tenori che siano mai esistiti al mondo? Il risultato è Pavarotti, un documentario che racconta l’artista e l’uomo, ripercorrendo la vita e la carriera di Luciano Pavarotti. Il sottotitolo dice molto sul film a lui dedicato: “Genius is Forever“, che tradotto significa “Il genio è per sempre“.

Pavarotti

Direttamente dagli archivi di famiglia, ecco foto, video, intervisti, filmati musicali che hanno permesso a Ron Howard di raccontare chi è stato e chi è ancora Luciano Pavarotti, in un docufilm che proporrà anche delle immagini inedite del grande interprete della musica lirica internazionale.

Ovviamente potremo ripercorrere la sua carriera e la sua storia musicale, probabilmente il lato che tutti noi conosciamo. Ma potremo anche avere una visione di chi è stato Pavarotti come uomo, la sua umanità, le sue debolezze, le sue paure. Sì, le sue paure: lo sapevate che era terrorizzato e in ansia ogni volta che doveva esibirsi dal vivo? Diceva sempre: “Vado a morire”…

Il trailer lo vede esibirsi con i Tre Tenori nel Nessun Dorma ai Campionati Mondiali di Calcio di Roma 1990. Ma ci sono anche i suoi amici e i suoi colleghi che lo raccontano.

pavarotti ron howard

Non sapevo molto di opera, ma ho sempre considerato Pavarotti una figura carismatica. Lo incontrai negli anni ’80. Come per molte persone, lui mi ha introdotto all’opera come qualcosa di accessibile, commovente ed emozionante. Probabilmente gli unici album di opera che ho comprato sono di Pavarotti“. Queste le parole di Ron Howard nel ricordare il cantante morto per cancro al pancreas nel 2007.

Il documentario uscirà nelle sale cinematografiche il 7 giugno, distribuito da Cbs Films. In Italia i diritti sono stati acquistati da TimVision e Wildside. Il film ès tato finanziato da Polygram Entertainment della Universal Music e Decca Records, casa discrografica del tenore.