Piero Angela ricoverato in ospedale all’ospedale Sant’Andrea di Roma: ha avuto un incidente domestico

Piero Angela, famoso divulgatore scientifico e presentatore di SuperQuark, è ricoverato in ospedale a seguito di un incidente domestico

Home > Spettacolo > Piero Angela ricoverato in ospedale all’ospedale Sant’Andrea di Roma: ha avuto un incidente domestico

Piero Angela, famoso divulgatore scientifico e presentatore di SuperQuark, come riporta il giornale fanpage.it è ricoverato in ospedale a seguito di un incidente domestico. Sembra che il conduttore abbia riportato un problema ortopedico e sia ora in cura presso l’ospedale Sant’Andrea di Roma

L’incidente poteva riportare conseguenze peggiori, ma per ora sembra che non ci sia nulla i cui preoccuparsi. Il tutto sarebbe avvenuto nella notte tra il 1 novembre e il 2. Per ora l’ufficio stampa e la redazione del papà di Alberto Angela non hanno rilasciato comunicati ufficiali, speriamo di potervi aggiornare meglio nelle prossime ore.

piero-angela-ricoverato-ospedale

Il programma SuperQuark, molto amato dagli italiani, in occasione del compimento dei 25 anni di trasmissione è tornato in prima serata. Il programma va in onda anche nella stagione estiva e sempre riesce a totalizzare un record di ascolti impressionante.

Piero Angela

Piero Angela ha dedicato gran parte della sua vita alla scienza e alla cultura, così come ha fatto il figlio Alberto, anche lui alla guida di programmi di divulgazione culturale e scientifica. Entrambi sono molto stimati nell’ambito televisivo italiano

Piero Angela ha compiuto lo scorso anno 90 anni, è Nato a Torino il 22 dicembre del 1928 e oltre a dedicarsi alla cultura è un ottimo giornalista, scrittore e appassionato di musica.

piero-angela-incidente

Recentemente anche Alberto Angela ha totalizzato dei grandi successi televisivi grazie al noto programma Ulisse che ha vinto la guerra di ascolti con Amici Celebrities, il noto programma di Maria De Filippi.

Piero-e-Alberto-Angela

Al tempo il conduttore dichiarò: l’Italia in questo è speciale: ci nutriamo di cultura in ogni cosa che facciamo, dalla ricetta nel piatto alla piazza in cui incontriamo gli amici al parente che ti racconta la storia di un luogo. La cultura è come l’aria: la respiriamo tutti, ricchi e poveri… Il patrimonio è la nostra identità e va tutelato”