Russell Crowe mette all’asta i suoi beni a causa del divorzio

Così potrà pagarsi le spese!

Come pagarsi le spese del divorzio? Semplicemente mettendo all’asta tutti i propri beni. Funziona se ti chiami Russell Crowe e sei una star amata in tutto il mondo. L’attore, infatti, ha deciso di organizzare insieme a Sotheby’s Australia un’asta che ha messo all’incanto una serie di oggetti personali e cimeli del cinema, proprio per finanziarsi le spese del divorzio dalla ormai ex moglie Danielle Spencer. Un modo singolarmente singolare che ha funzionato, visto che ha raccolto 3 milioni 731mila dollari austrialiani, pari a 2,8 milioni di dollari americani.

Russell Crowe: The Art of Divorce è il nome che è stato dato all’asta che si è svolta da Sotheby’s a Sydney: 227 gli oggetti personali e i cimeli cinematografici che sono stati messi in vendita. 192 sono stati venduti nella giornata di sabato 7 aprile 2018, proprio nel giorno del suo 54esimo compleanno. Una data non scelta a caso.

COMPRA QUI PETFOUNTAIN!

L’asta di divorzio non si era mai sentita, ma a quanto pare è servita al Gladiatore per potersi pagare le spese del divorzio dalla ex moglie. Lui stesso ha ironizzato su quanto è riuscito a racimolare in mezza giornata di asta: “Non male come tariffa oraria per un turno di 5 ore“.

E infatti l’asta ha avuto un incredibile successo, come sottolineato dall’amministratore delegato di Sotheby’s Australia, Gary Singer. Tra gli articoli che sono stati maggiormente ribattuti ovviamente i cimeli del film Il Gladiatore, vincitore di diversi premi Oscar. Un carro romano usato per quella pellicola, perfettamente funzionante, è stato battuto a 65mila dollari australiani! Ma non solo, anche altri gli oggetti che gli sono valsi un bel guadagno.

Ad esempio un violino italiano di 128 anni che Russel Crowe ha imparato a suonare prima del film di guerra “Master and Commander”, raro strumento di Leandro Bislach, è andato all’incanto per 104mila dollari. Mentre un abito di quel film è stato venduto a 115mila dollari.

Bel modo di divorzio e fare anche un po’ di decluttering in casa!