Si è spenta una grande attrice: Valeria Valeri

La grande Valeria Valeri è morta

Home > Spettacolo > Si è spenta una grande attrice: Valeria Valeri

Si è spenta, nella giornata di ieri, a Roma, all’età di novanta sette anni, una grandissima ed amata attrice italiana, Valeria Valeri. Tutti la ricordano per la sua grande voce nel teatro italiano, ma non solo, anche per le famose fiction televisive: “Un posto al sole” ed “Un medico in famiglia”.

E’ nata con il nome di Valeria Tulli, l’8 dicembre del 1921. La sua carriera iniziò proprio con il teatro, quando debuttò a Forlì. La sua passione, accompagnata dal suo talento, da quel momento ha preso il volo e Valeria Valeri è diventata una delle attrici più amate del mondo televisivo.

Chi non ricorda la signora Stoppani, madre di Gianburrasca? Oppure Agnese Cordelli, in un medico in famiglia?

Non solo, la carriera di Valeria Valeri è stata lunga ed intensa. Ricordiamo il suo ruolo in Disperatamente Giulia, nella serie tv la famiglia Benvenuti, in Compagni di scuola, l’investigatrice in ‘una famiglia in giallo’… nel 2008 ha recitato anche affianco ai ragazzi di Amici di Maria De Filippi, nel musical Portamitanterose.it. Una delle sue ultime apparizioni, è stata nel 2016, all’età di novantaquattro anni, come ospite della trasmissione Sogno e son desto, di Massimo Ranieri.

Ricordiamo Valeria anche per la sua voce e la sua carriera da doppiatrice italiana.

La svolta più grande della sua vita, è avvenuta nel 1958, quando la grande attrice entrò a far parte della Compagnia Attori Associati, insieme ad Enrico Maria Salerno. Tra lei e l’attore si instaurò un legame, oltre che professionale, anche affettivo. I due ebbero anche una figlia di nome Chiara, diventata anche lei, una famosa attrice e doppiatrice italiana. Nonostante il loro fu un’amore apprezzato nel mondo dello spettacolo, non ci fu mai un matrimonio.

Nel 2016, durante un’intervista, riportata su diverse testate giornalistiche, le venne fatta una domanda sull’amore. Valeria rispose: “L’amore è birichino, va e viene. Non bisogna prenderlo sul serio perché non è una cosa seria. E’ mutevole e cambia da un momento all’altro. Proprio da un giorno all’altro. Dalla voce sento che ha troppi pochi anni per fare bilanci. L’amore si comincia a pensarlo quando si arriva a sessant’anni”.

Se ne è andato un pezzo del teatro e del mondo televisivo italiano e con lui anche un pezzo del nostro cuore. Ciao Valeria.