Stefano de martino made in sud

Stefano De Martino rompe il silenzio sulla crisi con Belen Rodriguez

Stefano De Martino ha rilasciato un'intervista per il lancio di Made in Sud: il programma tornerà in onda, ma ha anche rotto il silenzio su Belen Rodriguez

Stefano De Martino sta per tornare in TV, da lunedì 15 giugno infatti torna su Rai 2 il consueto appuntamento con Made in Sud programma che lo vede protagonista insieme ai due colleghi Fatima Trotta e il capocomico Biagio Izzo.

In occasione del lancio del programma il ballerino napoletano ha deciso di rilasciare un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni per parlare del ritorno sul grande palco. Non poteva però mancare il riferimento alla crisi con Belen Rodriguez, in merito alla situazione il giovane napoletano è stato chiaro:

belen e Stefano

“Sono consapevole del fatto che finora la mia vita privata sia stata parte integrante di quella pubblica e spero che le persone comprendano e mi perdonino se oggi, forse anche per l’età, preferisco che quella parte rimanga appunto privata”.

Il ritorno di Made in Sud

Dopo il lungo periodi di pausa il programma è pronto a tornare ma, come spiega lo stesso Stefano De Martino, ci saranno grandi cambiamenti in merito allo svolgimento della serata:

Andremo in onda senza pubblico e avremo un occhio sui temi di attualità ma nel rispetto dei tristi eventi che abbiamo vissuto durante la pandemia. Sul palco avremo un metro e mezzo di distanza, sono bandite le strette di mano. Molte gag che si basavano sul contatto fisico sono state riscritte“.

Stefano ha anche ripercorso velocemente la sua carriera, il ragazzo nasce infatti come ballerino e seppur ha abbandonato un po’ quell’ambito per dedicarsi alla conduzione, ricorda ancora come la danza sia stata fondamentale nel suo percorso:

Stefano de martino made in sud

“È il mio habitat naturale. Il palcoscenico è pieno di zone vuote che rischiano di ingoiarti. Grazie al ballo, ho imparato a gestire bene quegli spazi. Credo che chi si avvicina al lavoro artistico debba mostrarsi versatile, come accade in America. Basti pensare a Justin Timberlake.”