stella-lelouch

Stella Lelouch, la figlia di Alessandra Martines, chi è e cosa fa nella vita

Stella Lelouch, la figlia di Alessandra Martines e Claude Lelouch, ecco chi è e cosa fa nella vita

Stella Lelouch, 19 anni, è la figlia di Alessandra Martines e Claude Lelouch e, proprio come i suoi genitori, lavora nel mondo del cinema. Nonostant la sua giovane età, la bella Stella è un’attrice da un bel po’ di tempo. Nel 2014, ha debuttato nel film “Salaud ti amiamo”, girato da suo papà. Molto discreta sui media tradizionali, Stella Lelouch è molto attiva su Instagram, come tutti i giovani della sua età. Cerchiamo di conoscerla meglio.

Stella Lelouch, è nata il 10 ottobre 1998 ed è a figlia dell’attrice e ballerina italiana naturalizzata francese Alessandra Martines (Roma, 19 settembre 1963) e il regista francese Claude Lelouch (Parigi il 30 ottobre del 1937). Sua madre è famosa in Italia sopratutto per il ruolo di Fantaghirò mentre suo padre veniva soprannominato “il bambino viziato del cinema”.

Stella-Lelouch-foto

Ecco come si descrive sé stessa sul sito D.A.R.T. – Daring And Artistically Related Talent:

“Mi chiamo Stella Lelouch, ho 18 anni e sono una musicista e attrice che attualmente studia composizione e film al Berklee College of Music. Sono francese-italiana, suono il pianoforte e compongo musica dall’età di 9 anni e recito al teatro dall’età di 13 anni”.

stella-lelouch-foto-instagram

“Il mio obiettivo è quello di proseguire anche con la musica ed è una conseguenza del mio desiderio di esprimermi in un modo che supera le parole pronunciate. Ho qualche difficoltà, nel cercare di trasmettere con precisione i miei pensieri più profondi, poiché le parole diventano spesso ripetitive o vengono usate in modo errato”.

stella-lelouch-figlia-martines

“Confesso che c’è una certa debolezza nella mia capacità di comunicare oralmente pensieri accurati e chiari e la musica mi ha permesso, in un modo piuttosto terapeutico, di trovare il coraggio nel dover condividere ciò che ho da dire. Le mie composizioni sono basate sul genere contemporaneo, fortemente ispirato alle opere della fine del XX secolo”.

“La recitazione, d’altra parte, mi ha permesso di usare il mio corpo come forma di espressione per trasmettere emozioni intense e sincere sentite dall’individuo. Mi occupo della pratica di opere teatrali contemporanee, oltre a recitare in recitazione in cortometraggi e lungometraggi”.

Margherita Rebuffoni: "mia nipote è stato un dono di Nadia Toffa"

Olivia Newton-John rivela: "La mia malattia non è curabile"

Mara Venier, il racconto dell'incidente domestico in cui ha rischiato di morire

Jasmine Carrisi accusata: "Al Bano quanto silicone devi mantenere? "

Meghan Markle lancerà una linea beauty? Ancora pettegolezzi a corte

Tina Cipollari, il figlio Mattias Nalli non vuole il suo aiuto

Francesca Pascale: la verità su Berlusconi