Tea Falco, combatte le critiche con ironia

 

Non solo bella, anche ironica.
Tea Falco, l’attrice della serie “1992”, è stata bersaglio di critiche per la sua dizione un po’ biascicante nell’interpretare Beatrice Mainaghi, figlia viziata di un imprenditore milanese arrestato per tangenti.
La 28enne siciliana, oltre a sottolineare attraverso Twitter di non parlare in quel modo nella vita reale, “Io non parlo come in 1992, si sappia. Non ho la voce da sciocca figlia di papà milanese. Sono un muratore piuttosto”, ha pubblicato un video autoironico sulla sua pagina Facebook.

“Non ho detto acciughe, ho detto accendino. Dai, ti arrandi così”? Ironizza l’attrice nel breve filmato.

Ha vinto su tutto!

Diario di quarantena di Federica Pellegrini: "Mia mamma è positiva"

GF Vip, Covid: la notizia getta gli inquilini nello sconforto

Nina Moric pubblica il video di Carlos Maria Corona

Chi è Anna Chiara Sorrentino? Conosciamo meglio la figlia di Sal Da Vinci

Gianni Dei, morto l'attore e cantante: l'ultimo saluto di Mara Venier

Veronica Franco, l'ultimo saluto: aveva commosso il pubblico di Tu Si Que Vales

Paolo Del Debbio, persi 27 chili: "Non sono malato"