Ti sposo ma non troppo: al cinema un'irresistibile commedia d'amore ed equivoci

Le dinamiche di coppia in uno scambio di ruoli ed identità. Alla fine vincerà l'amore?

Esce il 17 aprile nelle sale italiane Ti sposo ma non troppo, opera prima per il regista Gabriele Pignotta con Vanessa Incontrada e Chiara Francini tra le protagoniste femminili. Prodotto da Lotus Production con Rai Cinema e distribuito da Teodora film Ti sposo ma non troppo è una divertente commedia romantica che racconta l’amore al tempo delle chat online e dei social network come Facebook attraverso un doppio scambio di identità.

Gabriele Pignotta - foto uff. stampa Teodora film
Gabriele Pignotta – foto uff. stampa Teodora film

Che fare se l’amore, che tenti abilmente di scansare dopo una brutta delusione, ti viene a cercare al ritmo di Whatever you want degli Status Quo? Non molto, giusto soccombere e farsi trasportare in un crescendo di equivoci da cui liberarsi diventa sempre più complicato. Tra i protagonisti lo stesso regista Gabriele Pignotta nel ruolo di Luca, un fisioterapista tardo trentenne, amico e terapista di Andrea (Fabio Amaro), bonario insegnante di canoa, che convive da anni con la fidanzata “Lotty” Carlotta (Chiara Francini) in un condominio dove si è appena trasferita una nuova vicina, Andrea (Vanessa Incontrada) agente di viaggi. In un involontario – ma forse non troppo – scambio di ruoli e di identità le vicende dei quattro protagonisti si incroceranno e stravolgeranno nella vita online ma anche – e soprattutto – in quella offline.

Una scena da "Ti sposo ma non troppo" - foto uff. stampa Teodora film
Una scena da "Ti sposo ma non troppo" – foto uff. stampa Teodora film
Una scena da "Ti sposo ma non troppo" - foto uff. stampa Teodora film
Una scena da "Ti sposo ma non troppo" – foto uff. stampa Teodora film

Il paradigma della commedia degli equivoci ben si presta a creare situazioni di incomprensioni, fraintendimenti e nonsense all’interno di Ti sposo ma non troppo che danno ritmo alla storia e in fondo sono lo specchio di quelle dell’amore stesso. Quante volte l’amore confonde, rende insicuri e poi spavaldi, estasiati e dopo affranti senza lasciarsi comprendere e controllare? Ti sposo ma non troppo mette in scena, esasperandole, le idiosincrasie dei rapporti di coppia dei tardo trentenni di oggi. Nel cast anche Paola Tiziana Cruciani, attrice comica e caratterista della commedia italiana che interpreta la mamma di Lotty e regala un divertente affresco della moglie petulante in un matrimonio di lungo corso e sopportazione.
Ma il finale, che non vi svelo, lascerà la porta aperta sulla speranza?

Locandina di "Ti sposo ma non troppo"
Locandina di "Ti sposo ma non troppo"