Transgender è cool: gli artisti che stanno cambiando il panorama musicale

 

Per molti è una tendenza, una delle tante mode passeggere che passano e se ne vanno senza lasciare nulla, in realtà la presenza sempre maggiore di artisti rappresentanti il (cosiddetto) “terzo sesso” dimostra giusto il contrario.
Parliamo di artisti con un’impronta artistica molto definita, con delle doti notevoli e un aspetto estetico ricercato e duramente conquistato.
Negli ultimi tempi la questione è tornata sulla stampa internazionale grazie della famosa band indiana di transgender 6 Pack Band che, grazie alla sua musica e alla giusta dose di ironia, sta sensibilizzando la rigida società del suo paese che discrimina e umilia i transessuali e che si trova davanti a una situazione che non può più ignorare.


Nel frattempo nello stato del North Carolina artisti del calibro di Bruce Springsteen, Ringo Starr e Pearl Jam hanno annullato le loro esibizioni nello Stato americano in segno di protesta contro la legge appena approvata che disciplina quali bagni pubblici debbano essere usati dai transessuali.
Gli episodi di protesta contro questa forma di discriminazione sono molteplici e grazie anche a queste azioni la consapevolezza della gente sta cambiando, la società sta cambiando e, con essa, anche il panorama dell’arte in generale e della musica in particolare.

Ecco i nomi degli artisti che stanno contribuendo a rivoluzionare il mondo della musica e la storia dell’essere umano:

Antony and the Johnsons

Antony and The Johnsons
Antony and The Johnsons

Gli Antony and the Johnsons sono un gruppo musicale di New York. Il gruppo è famoso grazie ad Antony, conosciuta anche come Anohni , la loro cantante transgender che nella recente edizione degli Oscar 2016 è stata la seconda persona apertamente transgender a essere candidata all’Oscar con la nomination per la Miglior Canzone Originale, insieme a J. Ralph, per la canzone “Manta Ray” che compare nel documentario Racing Extinction.
Una cantante dal timbro eccezionale.

Against me!

Laura Jane Grace
Laura Jane Grace

E’ il gruppo punk rock nato in Florida nel 1997 per volere del cantante Tom Gabel, che nel 2012 ha fatto coming out come donna transgender, annunciando di voler iniziare la transizione verso il genere femminile. Oggi si chiama Laura Jane Grace e molti suoi progetti musicali raccontano il suo percorso di trasformazione: da ascoltare, è un portento!!

Big Freedia

Big Freedia
Big Freedia

E’ senza dubbio la regina del twerking. E’ una delle artiste più interessanti della scena hip hop ed è popolare per aver creato un genere di danza nuovo chiamato “bounce”.

Conchita Wurst

Conchita Wurst
Conchita Wurst

Thomas “Tom” Neuwirth, questo è il vero nome del ben più conosciuto pseudonimo drag queen di Conchita Wurst ed è un cantante austriaco di soli 28 anni. Conchita Wurst è passata alla storia quando nel 2014 ha rappresentato l’Austria e ha vinto l’Eurovision Song Contest a Copenaghen. Conchita per Thomas è un personaggio a cui si riferisce con pronomi femminili, ma lui non è transgender, se non altro ha trovato nel personaggio la formula perfetta per attirare l’attenzione e far parlare di se: una donna splendida e curata, ma con il pizzetto e una voce maschile potente, geniale!!

Adore Delano

Adore Delano
Adore Delano

Anche lei come Conchita Wurst è una drag queen e non ha fatto un percorso verso il sesso femminile, anche se risulta molto credibile. Il suo personaggio è diventato celebre su Youtube, ma la sua prima apparizione risale nel 2008, ancora nei panni Daniel Noriega dove arrivò tra i tre finalisti della competizione.

 6 Pack Band

6 Pack Band
6 Pack Band

Sono le 6 famose transgender che stanno scuotendo gli animi e le menti della società indiana da cui provengono.
Bhavesh, oggi Komal Jagtap, è la cantante e fondatrice di questo gruppo che ha trovato nella musica lo strumento per intraprendere la sua personale battaglia culturale in un Paese in cui si stima ci siano quasi due milioni di transessuali a cui solo nel 2014 la Corte Suprema ha riconosciuto l’uguaglianza dei diritti davanti alla legge, ma che in realtà subiscono quotidianamente violenze verbali, fisiche e dimostrazioni di discriminazione di ogni genere.

Lo stesso Bhavesh è stato cacciato da casa sua all’età di 8 anni per la sua natura molto effeminata che per una famiglia indiana è motivo di grande vergogna.
Oggi che i suoi pezzi sono visualizzati da milioni di persone, quella stessa famiglia si è ricreduta e l’ha richiamata a casa, un primo passo verso l’accettazione.

Tona Brown

Tona Brown
Tona Brown

Violinista e mezzo-soprano, è stata la prima transessuale afro-americana dichiarata a esibirsi al Carnegie Hall. E’ un’artista di classe e di grande prestigio, ascoltatela se non lo avete ancora fatto, ne vale la pena!!

di Carlotta Di Falco