Un divano a Tunisi

Un divano a Tunisi: la commedia terapeutica e irresistibile

Un divano a Tunisi è un film spassoso e allo stesso tempo sognante, che tratteggia una società contemporanea ai limiti del delirante

Trattare temi delicati, ma con una leggerezza sorprendente: Un divano a Tunisi è uno dei film più irresistibili di questo autunno. E, diciamolo pure: è tutto in rosa.

Donna è la protagonista principale, Golshifteh Farahani, che interpreta Selma e donna è la regista, Manele Labidi. Il risultato? Una sinergia incantevole che fa sorridere e riflettere allo stesso tempo.

La trama di Un divano a Tunisi

Nelle sale a partire dall’8 ottobre, Un divano a Tunisi segue le vicende di Selma, che, ispirata dalla Primavera Araba decide che è il momento di lasciare Parigi, dov’è cresciuta insieme al padre, per tornare a Tunisi, sua città d’origine.

L’obiettivo è ambizioso: Selma vuole aprire uno studio da psicanalista nella periferia sud della città, a Ez-Zhara. Non tiene conto, però, del fatto che forse è troppo presto.

Infatti si troverà a fare i conti con un ambiente non proprio conciliante e con parenti pronti a scoraggiarla e a metterle i bastoni tra le ruote. E, come se non bastasse, anche i primi pazienti sono a dir poco eccentrici.

Selma però è una donna strutturata, caparbia e ironica che non si lascia scoraggiare dalle difficoltà. Il risultato è una bellissima cronaca di un ritorno alle origini, che si muove tra scene esilaranti e commoventi.

Perché vedere Un divano a Tunisi?

Golshifteh Farahani in Un Divano a Tunisi

La regista Manele Labidi aveva dichiarato, in passato, di voler parlare di temi seri come l’islamismo, l’alcolismo, i rapporti uomo-donna o intergenerazionali nella Tunisia di oggi.

Le sue intenzioni, fin da subito, erano quelle di usare l’umorismo invece di fare leva sui già fin troppo esplorati accenti negativi. La sua intuizione è stata vincente, dato che il risultato è un film tanto gradevole quanto intenso.

Ponendosi come una commedia in grado di rappresentare personaggi coloriti e quasi esasperati, in realtà il film della Labidi rievoca con umorismo il suo paese che cambia.

Inoltre, l’interpretazione di Golshifteh Farahani è un valore aggiunto: espressività e talento incantano e colpiscono, dando vita a un connubio eccezionale.

Festival di Sanremo: Orietta Berti colpisce ancora! Ecco cosa è successo all'amata cantante

Festival di Sanremo: Orietta Berti colpisce ancora! Ecco cosa è successo all'amata cantante

Madame scalza sul palco di Sanremo: perché? Lo spiega lei stessa

Madame scalza sul palco di Sanremo: perché? Lo spiega lei stessa

Stefano De Martino si confessa: sono queste le cause dell'addio a Belen Rodriguez

Stefano De Martino si confessa: sono queste le cause dell'addio a Belen Rodriguez

L'avete riconosciuta? Da adolescente ha mentito sulla sua età per lavorare e ha sposato il primo ragazzo che ha baciato

L'avete riconosciuta? Da adolescente ha mentito sulla sua età per lavorare e ha sposato il primo ragazzo che ha baciato

Dayane Mello svela il vero motivo per cui non ha lasciato la casa dopo la morte del fratello

Dayane Mello svela il vero motivo per cui non ha lasciato la casa dopo la morte del fratello

Sanremo 2021, polemiche per l’outfit di Casadilego, la cantante risponde così sui social

Sanremo 2021, polemiche per l’outfit di Casadilego, la cantante risponde così sui social

Luca Argentero e Cristina Marino, dopo il gossip arriva l'annuncio ufficiale della coppia

Luca Argentero e Cristina Marino, dopo il gossip arriva l'annuncio ufficiale della coppia