Uomini e donne, Alessandra Pierelli, la corteggiatrice di Costantino Vitagliano, che fine ha fatto?

Uomini e donne, Alessandra Pierelli fu la prima vera corteggiatrice di Costantino Vitagliano che la scelse alla fine del programma; ecco che fine ha fatto

Home > Spettacolo > Uomini e donne, Alessandra Pierelli, la corteggiatrice di Costantino Vitagliano, che fine ha fatto?

Alessandra Pierelli è stata la prima vera corteggiatrice di Uomini e Donne scelta da Costantino Vitagliano. In molti hanno seguito gli alti e bassi della loro relazione (più bassi che alti) che, alla fine, è finita. Alessandra Pierelli ha sofferto molto ma poi ha deciso di dare un taglio al passato e di guardare avanti. Oggi è una donna nuova, molto diversa da come ce la ricordiamo noi. Ecco che fine ha fatto la bella Alessandra.

Alessandra Pierelli è nata nel 1979 a Sezze ma è cresciuta a Sabaudia (LT). Oggi è una moglie e mamma felice: il 14 febbraio del 2011 ha sposato il giocatore di poker professionista Fabrizio Baldassarri e, da lui, ha avuto 2 figli. Il 5 giugno del 2011 è nato Daniel e il 27 giugno 2013 il suo secondogenito, Liam. Alessandra Pierelli ha scritto un libro e si tiene ben lontana dai riflettori e dal mondo del gossip e della tv ma è molto attiva e seguita sui social. Recentemente ha avuto alcuni problemi di salute collegati all’intervento di liposcultura del 2007 che le ha messo a rischio la vita.

alessandra-pierelli-costantino-vitagliano-Copia

Tutto è iniziato quando, nel 2003, ha deciso di partecipare al programma Uomini e Donne di Maria de Filippi per trovare l’amore e, forse, anche la notorietà. E le ha trovate entrambe. Il tronista di allora, Constantino Vitagliano, l’ha scelta e, così, è cominciata la loro travagliata storia d’amore che si è conclusa non molto dopo per i tradimenti di lui.

alessandra-pierelli

A raccontare un po’ di quella che è stata la sua vita in questi anni è proprio Alessandra Pierelli, a dicembre del 2018, concedendo a Caterina Balivo un’intervista nello studio di Vieni da me su Rai 1. La bella ex corteggiatrice ha ammesso che la notorietà è stata un vero shock per lei:

“All’improvviso tutti mi fermavano per una foto e un autografo, e c’era persino gente che arrivava a casa mia con i pullman. Una volta organizzarono un pullman, non mi ricordo se dalla Puglia o cosa, semplicemente per venirmi a salutare e darmi un bacio”.

Alessandra-Pierelli-Fabrizio-Baldassari

L’ex fidanzata di Costantino Vitagliano ha continuato il suo racconto, parlando della madre:

“Essendo una persona semplice, faceva entrare in casa tutti e quando tornavo mi ritrovavo a fare una serata in casa mia: invitava la gente per un piatto di pasta. Io tornavo a casa dal mare e me li trovavo lì”.

Ha voluto ribadire, però, di essere rimasta con i piedi per terra, nonostante la notorietà acquisita così velocemente:

“Grazie a loro (i suoi genitori, ndr) mi sono sempre ricordata da dove sono venuta e loro mi hanno dato la forza per superare quel momento di popolarità grande, che è durato qualche anno”.

Nel 2007 Alessandra Pierelli ha rischiato di morire. Non si piaceva e ha deciso di migliorare il suo fisico: si è sottoposta a un intervento di liposcultura che le ha causato un’embolia polmonare. Di quel momento drammatico Alessandra Pierelli parla così:

“La vita non puoi rischiare di perderla così. Io ho rischiato di morire. Mi ha salvata mia madre che si è accorta quando ero in clinica che avevo un problema respiratorio che si stava trasformando in qualcosa di irreversibile. Lei è stata sempre al mio fianco assieme a mio papà”.

alessandra-pierelli-figli

Il libro, “E ora viene il bello”, che ha scritto che parla proprio di questo terribile periodo della sua vita. Un episodio che ha avuto delle ripercussioni a lungo termine. Alessandra Pierelli, nel 2018, durante un’intervista concessa a Silvia Toffanin, nel programma Verissimo, ha detto di aver avuto delle complicazioni a distanza di 11 anni da quel intervento.

“È una cosa che è successa adesso, ancora la sto metabolizzando. Una complicanza improvvisa mi ha portato a essere lontano dalla mia famiglia per un mese circa”.