Così un auto d’epoca si è trasformata in un veicolo moderno elettronico

L'icona delle auto d'epoca è ora un veicolo elettrico high-tech

Home > Tecnologia > Così un auto d’epoca si è trasformata in un veicolo moderno elettronico

Volkswagen Veicoli Commerciali presenta in anteprima il prototipo dell’e-BULLI: un modello storico del 1966 dotato di un motore elettrico della generazione 2020. Molto più che un esemplare unico: eClassics proporrà allestimenti T1 e veicoli completi T1 nello stile dell’e-BULLI.

Icona a zero emissioni: la nuova tecnologia di motorizzazione dell’e-BULLI è costituita da moduli derivati dalle vetture elettriche più recenti della Casa di Wolfsburg.

Si chiama e-BULLI, ed è un modello a trazione puramente elettrica e, dunque, a zero emissioni. Questo prototipo, equipaggiato con componenti del motore presenti sugli attuali veicoli elettrici Volkswagen, si basa su un pulmino Samba T1 prodotto nel 1966 e ampiamente restaurato. L’anteprima mondiale doveva svolgersi in occasione di Techno-Classica 2020. Dato che la fiera è stata rinviata, Volkswagen Veicoli Commerciali ha deciso di presentare virtualmente, sia attraverso testi che immagini, i dati salienti dell’e-BULLI, offrendo così una notizia di sicuro e grande interesse a tutti gli appassionati del Bulli e della mobilità elettrica: questa combinazione di un’icona fra le auto d’epoca con un veicolo elettrico high-tech sarà prossimamente disponibile per la vendita. eClassics, partner di Volkswagen Veicoli Commerciali prevede, infatti, di offrire allestimenti T1 e una gamma di veicoli completi T1 ispirati allo stile del nuovo e-BULLI.

Tutto è scaturito dall’audace idea di convertire un Bulli storico in una versione a zero emissioni, con l’obiettivo di renderlo idoneo per affrontare le sfide legate a una nuova era. A tal fine, gli ingegneri e i designer di Volkswagen Veicoli Commerciali hanno formato un team con gli esperti in sistemi di trazione di Volkswagen Group Components e di eClassics, azienda specializzata nella conversione di auto elettriche. Come base per realizzare il futuro e-BULLI, il team ha puntato sul pulmino Samba T1 prodotto ad Hannover nel 1966, che ha circolato sulle strade della California per mezzo secolo prima di essere convertito. Un punto era chiaro fin dal principio: l’e-BULLI doveva essere progettato per essere un T1 su cui poter utilizzare gli attuali componenti di propulsione elettrica del Gruppo Volkswagen. Questo piano è stato ora implementato con la realizzazione dell’e-BULLI.

Il prototipo fornisce una dimostrazione esemplare dell’enorme potenziale di questa architettura. Grazie al CCS, ricarica fino all’80% in 40 minuti presso le colonnine di ricarica rapida. La batteria viene caricata mediante una presa di ricarica CCS (CCS = Combined Charging System), che consente di utilizzare sia corrente alternata che continua.

Volkswagen Veicoli Commerciali ha modificato il design sia degli esterni che degli interni.
Solo guardando attraverso i finestrini dell’abitacolo, che offre 8 posti a sedere, ci si rende conto che alcune caratteristiche non corrispondono a quelle che ci si aspetterebbe di trovare a bordo di un T1. I designer di Volkswagen Veicoli Commerciali hanno progettato ex novo numerosi elementi degli interni senza, tuttavia, perdere di vista l’esempio originale neanche per un istante. Tra le nuove dotazioni figurano i sedili con rivestimento bicolore Saint-Tropez / Saffrano Orange, in abbinamento con il colore carrozzeria.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI