facebook study

Facebook, l’app Study spia gli utenti

Facebook lancia l'app Study, una particolare applicazione in grado di spiare gli utenti. Ma questi ne sono consapevoli e hanno acconsentito!

Facebook Study, la nuova app di Mark Zuckerberg che spia gli utenti. Ma questa volta questi ultimi lo sanno. E perché le persone dovrebbero permettere che un social network possa spiarli? Perché in cambio vengono pagati. E a quando pare anche abbastanza bene. Quindi perché no, visto che comunque in molti ritengono che ci spii gratis?

facebook study

Dopo gli scandali che hanno colpito Facebook e la privacy, ecco che il social network ha deciso di reperire le informazioni di mercato di cui ha bisogno pagando gli utenti che decideranno di fornirle al gruppo. L’app Study serve proprio a questo: studiare le abitudini di uso delle applicazioni che abbiamo sul nostro smartphone. Veniamo spiati, ma a pagamento.

Secondo molti Study è l’erede di Facebook Research, che oggi non è più disponibile perché era uscita fuori un’altra polemica sull’uso che si faceva dei dati degli utenti. Ma questa è tutta un’altra storia, perché siamo consapevoli di quello che stiamo facendo.

facebook study

Come funziona

Basta scaricare l’applicazione Study from Facebook, dedicata ufficialmente alle ricerche di mercato. Non tutti potranno farlo, ci saranno delle persone che tramite annunci pubblicitari potranno approdare sull’app. Così da evitare che venga fatto solo per soldi. E per quale altro motivo uno dovrebbe farsi spiare mentre usa il telefono? Comunque il progetto sarà destinato solo ai maggiorenni, al momento negli USA e in India, ma poi l’esperimento sarà esteso.

Facebook assicura che non verranno raccolti dati personali presenti nel telefonino, come password, messaggi, foto. E non ci ritroveremo sommersi di pubblicità che non abbiamo mai richiesto. L’applicazione terrà sotto controllo solo le app installate sul telefono, controllerà quali sono le funzionalità sfruttate, quanto tempo trascorriamo usando ogni applicazione, il tipo e il modello di telefono e saprà anche da che paese arriviamo.

Quanto paga Facebook

Non si sa. Facebook non ha detto quanto pagherà i partecipanti a questo esperimento.

Come gestire una fan page di Facebook: un piccola guida per aumentare i contatti

#GGDToscana6: arte, cultura, networking e digitale

Elisa Romondia, la Data Analyst che ha creato Dammi una mano

Facebook Messenger, il dettaglio non sfugge agli utenti: le ragioni del cambiamento

Il regolamento Facebook: ecco tutti i divieti del social network

Wallpaper e schermi smartphone

5 profili instagram da seguire se ami il DIY