Foody: un social da acquolina in bocca!

Alzi la mano chi ha, almeno una volta nella vita, fotografato qualche piatto sfizioso pronto a essere divorato...

Alla base di Foody, un social network travestito da app, c’è proprio questo: come in una specie di Foursquare, dove potersi registrare nei luoghi visitati, con Foody è possibile mostrare al mondo le pietanze gustate ogni giorno (o per lo meno quelle degne di nota). Condividere le leccornie è facile: basta solo scattare quella famosa foto di cui sopra e geotaggarla. Volendo, si può anche aggiungere una breve descrizione e, perché no?, persino la ricetta. Ma si è giustamente detto che Foody è social: infatti, è possibile visualizzare i piatti degli altri utenti scorrendo sulla mappa. Non solo dunque ritroverai piatti ben conosciuti, ma ti capiterà di scoprirne di nuovi e inaspettati (e magari acchiapparne anche la ricetta).
Foody, pioniere del suo genere, è dowloadabile gratuitamente sull’App Store. Una volta registrata, potrai loggarti utilizzando il tuo account Facebook o Twitter… e a quel punto non ti resterà che sbizzarrirti in cucina!

...ricette dal mondo!
…ricette dal mondo!

Un’ultima chicca: l’attività sul social viene premiata con un punteggio che consentirà all’esperto di culinaria di aumentare il proprio livello di esperienza, allegramente rappresentato dai diversi ruoli della “Brigata di cucina” francese (Chef, Sous Chef e così via). Hai già l’acquolina in bocca, eh?

Qual è la distanza migliore per vedere la televisione?

Qual è la distanza migliore per vedere la televisione?

Hashtag vietati su Instagram: quali sono e perché

Hashtag vietati su Instagram: quali sono e perché

Cosa c'è dentro un cellulare?

Cosa c'è dentro un cellulare?

7 modi per trovare una persona su internet

7 modi per trovare una persona su internet

Prynt: la cover per smartphone che stampa fotografie

Prynt: la cover per smartphone che stampa fotografie

EdoApp per sapere cosa mangi!

EdoApp per sapere cosa mangi!

Facebook Messenger, il dettaglio non sfugge agli utenti: le ragioni del cambiamento

Facebook Messenger, il dettaglio non sfugge agli utenti: le ragioni del cambiamento