E’ il lago trasparente

Situato in un incontaminato Parco Nazionale della Nuova Zelanda chiamato Nelson Lakes, è il curioso Blue Lake, chiamato anche in lingua Maori: Rotomairewhenua, che detiene il titolo per ospitare l’acqua più chiara del mondo. Gli esperti hanno effettuato una serie di test scientifici nel 2011 attraverso l’Istituto Nazionale di Ricerca sull’Acqua e l’Atmosfera (NIWA) della Nuova Zelanda, dimostrando che il Lago Blu (come è noto), è il corpo naturale più cristallino conosciuto dall’uomo.


Secondo i risultati della ricerca NIWA, sebbene sia profondo solo 7 metri, la visibilità all’interno del lago è fino a 80 metri, il che significa che l’acqua è considerata quasi come “otticamente trasparente” come acqua distillata. Il lago blu è caratterizzato da toni blu e viola, tale chiarezza può essere percepita solo in acque naturali. Essendo parte dell’area protetta del Parco Nazionale Nelson Lakes nel nord dell’isola del Sud, il Blue Lake è alimentato dalle acque del vicino Lago di Costanza.  Il parco contiene una generosa quantità di sentieri escursionistici, ed è una destinazione popolare tra i pescatori. Inoltre, il lago è a una passeggiata di due giorni dal confine del parco o, se si preferisce avere una vista aerea, ha anche voli panoramici. La fonte d’acqua del lago è una sorgente e la sua altitudine è di 1.200 metri sul livello del mare, appena sotto la linea dei faggi di montagna, il Lago Blu è sempre freddo, con una temperatura che oscilla tra 5 e 8 gradi Celsius. Non c’è da meravigliarsi se queste acque straordinariamente cristalline sono considerate dai Maori iwi, sacre, il che significa che ai visitatori non è permesso entrare nel lago, farsi il bagno o immergersi. Tuttavia, all’inizio del 2013, il fotografo, giornalista e ambientalista danese Klaus Thymann ha ricevuto un permesso speciale dalle tribù Maori, dal NIWA e dal Dipartimento di conservazione della Nuova Zelanda per registrare e catturare meglio la chiarezza dell’acqua, per avere maggiori informazioni per i suoi scopi di protezione e conservazione.

Il Parco nazionale dei laghi Nelson inizia all’estremità settentrionale delle Alpi meridionali, una vasta serie di catene montuose che formano la principale divisione dell’Isola del Sud; La città portuale di Nelson è il centro più vicino. Il parco nazionale, costituito nel 1956, copre circa 1020 chilometri quadrati ed è una destinazione popolare per il campeggio, le passeggiate e la pesca. Allo stesso modo, si caratterizza per avere impressionanti foreste native di faggi, laghi glaciali e fiumi bassi tra pendii ripidi. Tutto uno spettacolo che merita di essere visto!

Inoltre, ci sono anche valichi di montagna a distanza, per tutti coloro che cercano di sfidare la solitudine, ma i tratti più bassi offrono anche sentieri escursionistici accessibili e luoghi per trascorrere la notte in vari modi. Il parco ospita il Progetto di recupero della natura di Rotoiti, che mira a far rivivere le popolazioni di kiwi, altri uccelli nativi e lucertole. Se stai cercando un bellissimo viaggio con il tuo partner o in compagnia di amici, non c’è dubbio che questa destinazione sia più che raccomandata.

Il sentiero escursionistico più famoso della zona, con il quale è possibile raggiungere il Lago Blu o Rotomairewhenua è il Travers-Sabine, che dura diversi giorni. Questo percorso a piedi è lungo 80 chilometri attraverso il Parco nazionale dei laghi Nelson, mentre si addentra in foreste tranquille circondate da cime oltre i 2.000 metri di altezza. Durante il percorso, è possibile noleggiare diverse cabine che vengono mantenute dal Dipartimento di Conservazione a disposizione di coloro che hanno bisogno di riposare tra la natura.

Le capanne o cabine che sono sparse per tutto l’itinerario possono ospitare circa 700 persone, soprattutto durante l’estate. Nel frattempo, la cristallinità del lago viene monitorata per qualsiasi cambiamento evidente, ed essendo sacro per la tribù Ngāti Apa ki te Rā Tō Māori, il Dipartimento di Conservazione della Nuova Zelanda chiede ai visitatori di rispettare le acque. Non si può fare il bagno, lava i vestiti o i piatti nel lago.