Firenze: cosa fare e dove andare per scoprire la città d’arte

Primavera a Firenze? Ecco le 20 cose che dovete assolutamente fare

Home > Viaggi > Firenze: cosa fare e dove andare per scoprire la città d’arte

La primavera è ormai arrivata, le giornate si allungano e un mese di ponti e weekend lunghi ci attende. Tra Pasqua, 25 Aprile ed 1 Maggio, il mese alle porte ci offre tante possibilità per esplorare il nostro Bel Paese e concederci una gita fuori porta romantica o con tutta la famiglia. E con queste giornate così belle, quale occasione migliore per esplorare una delle più belle città italiane, cuore dell’arte e della cultura come Firenze?

Firenze

Durante il Medioevo, Firenze è stata il cuore dell’Italia artistica e culturale ma era anche il più importante centro commerciale, politico, economico e finanziario. Ancora oggi a sua bellezza attira turista da tutto il mondo: Il capoluogo toscano ha visto esprimersi artisti come Dante, Botticelli e Leonardo Da Vinci, lasciando ancor oggi gli stessi italiani stupiti per l’unicità e la maestosità delle sue opere d’arte.

Sebbene possibile, vedere Firenze in un weekend di primavera oppure durante un ponte festivo, rimane un’impresa ardua. Ciò è dovuto alla grande mole di monumenti ed alla densità di musei ed opere sparse per la città (per non parlare delle code agli ingressi). Buona pratica dunque, sarebbe organizzare a priori una specie di itinerario a tappe per gestire al meglio il tempo a disposizione. Tra i vari articoli presenti online a cui ispirarsi, vi lasciamo qui di seguito un post del magazine di Expedia che riassume la le bellezze locali in 25 cose da fare a Firenze. Noi invece, ci addentreremo sempre per tappe, ma seguendo ogni volta un filo conduttore dominate: dal tuffo nell’arte, ad un giretto a spasso per Firenze, passando per la Fiorentina e gli aspetti locali più culinari.

Firenze

Sono veramente molte le cose che si potrebbero vedere e l’esperienze artistiche, culturali e culinarie da fare per potersi immergere totalmente nel pieno spirito di una città incredibile e dal fascino immortale. Ma non tutti abbiamo la possibilità di poterci dedicare davvero per oltre due settimane ad una città – e forse non basterebbero comunque – ecco perché abbiamo riassunto in 20 punti le cose assolutamente da vedere, fare e mangiare in un weekend di tre giorni per avere un’esperienza che ci dia la sensazione di aver vissuto veramente la città ma senza pressarci troppo dietro a tour stancanti e intensi.

 

Un tuffo nell’arte

Firenze

1.Galleria degli Uffizi
Tra i musei presenti a Firenze, sicuramente quello degli Uffizi è quello più imperdibile. Se non ci siete stati, non potete davvero dire di aver visto Firenze. Leonardo, Cimabue, Caravaggio, Giotto, Raffaello, Mantegna, Tiziano, Parmigianino, Rembrandt, Botticelli e molti altri artisti sono esposti nella Galleria fiorentina che, assieme ai Musei Vaticani, è uno dei luoghi più visitati al mondo. Opera d’arte da non perdere? La meravigliosa Venere del Botticelli. Spaventati dalle file? Potete prenotare la vostra visita per tempo direttamente online così da avere un orario prestabilito e non correre nel rischio di perdere una giornata a fare la fila.

2. Galleria dell’Accademia
Volete andare a Firenze e non vedere il famoso David di Michelangelo? Impossibile. Non avete scuse. E oltre a lui, la Galleria dell’Accademia è colma di tante altre opere d’arte suggestive e senza tempo. Sarà una vera e propria passeggiata nel cuore della storia dell’arte. Anche qui non lasciatevi spaventare dalla fila, ma acquistata precedentemente l’ingresso.

3.Museo Palazzo Vecchio
Palazzo Vecchio è stato il cuore pulsante del potere civile di Firenze, e ancora oggi ospita diversi uffici comunali al suo interno, tra cui quello del Sindaco. Al suo interno ci sono numerose sale con all’interno opere d’Arte del 500, 600 e 700, ma già dall’esterno il Palazzo è un chiaro esempio di architettura civile del XIV secolo. Non passare al meno da fuori al Palazzo, sarebbe davvero un peccato.

Firenze

4. Basilica Santa Maria Novella
Uno dei simboli della città di Firenze è indubbiamente la Basilica di Santa Maria Novella. Un elemento storico molto importante per il capoluogo toscano, incredibile sia fuori che dentro. Assolutamente è uno di quei monumenti che non può non essere visto e visitato, anche solo brevemente. Inoltre la visita alla Basilica è assolutamente gratuita, si può poi aggiungere degli ingressi più alle varie cappelle, Museo e il Chiostro Grande.
Cupola del Duomo

5. Museo Stibbert
Non tutti suggeriscono di visitare il Museo Stibbert, ed è da riconoscere che rispetto agli altri appena citati è quello meno canonico e più particolare, ma vale davvero la pena, soprattutto se siete degli appassionati di armi antiche. Il Museo, adibito nella splendida Villa Stibbert, nasce dalla collezione personale di Frederick Stibbert (1838-1906), inglese di madre toscana che alla fine dell’Ottocento aveva restaurato e ingrandito la piccola Villa Montughi appartenuta alla famiglia Davanzati, per poi farla diventare la meravigliosa villa di famiglia in stile ottocentesco. È possibile, quindi, visitare non solo la collezione di armi antiche provenienti da tutto il mondo, ma anche gli stessi appartamenti della villa.

6. Palazzo Pitti
Ed, infine, per completare la selezione di musei e monumenti, degno assolutamente di nota e altro grande simbolo di Firenze è il Palazzo Pitti, la storica residenza dei Granduchi di Toscana dove al suo interno potete trovare diverse mostre: la Galleria Palatina e gli Appartamenti Reali, la Galleria d’Arte Moderna, il Museo degli Argenti, quello delle Porcellane e la Galleria del Costume.

 

A spasso per Firenze

Firenze

7. Piazza Duomo
Volete un assaggio di Fireze in unico shot? Bhé, dove senza ombra di dubbio andare a Piazza Duomo, un vero e proprio Museo a cielo aperto, composto da: la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, la Cupola di Brunelleschi, il Campanile di Giotto, il Battistero di San Giovanni, la Cripta di Santa Reparata e il Museo dell’Opera del Duomo. Insomma, per dire che siete stati davvero davvero a Firenze, dovete per forza passare di qui!

8. Piazzale Michelangelo
Altro luogo davvero magico di Firenze è Piazzale Michelangelo, dove si estende il punto di osservazione panoramica più famoso di tutta la città. Assieme a Piazza Duomo è uno di quei luoghi dai quali è impossibile non passare, imprescindibile soprattutto per un weekend a Firenze.

9. Giardini di Boboli
Abbiamo parlato prima di Palazzo Pitti, inevitabile è parlare adesso dei bellissimi Giardini di Boboli che si estendono lungo il Palazzo. Giardini meravigliosi con fontane, siepi, scalinate che ricordano quasi i Giardini di Versailles. Tappa fissa dopo una visita al Palazzo, o anche prima di un giro più intenso per musei. Il luogo perfetto dove riposare e venire a contatto con la natura.

Firenze

10. Ponte Vecchio
Romanticoni questo è il luogo perfetto per voi. Una delle più belle cartoline di Firenze lì dove sorge uno dei suoi simboli più storici: Ponte Vecchio. È sicuramente uno dei ponti più famosi (e fotografati) al mondo. Nel 1944 fu l’unico ponte a venir risparmiato dalle truppe tedesche in ritirata. Di una bellezza da togliere il fiato verso il tramonto. Da fotografare in tutta la sua bellezza.

11. Firenze notturna
Firenze notturna è forse una delle città italiane più magiche di sempre. Perdetevi nelle sue stradine più storiche illuminate da piccole luci che poi si riflettono nell’Arno. Sembra quasi di camminare per i vicoli di un borgo medievale. Una città davvero ferma nel tempo, dove è possibile respirare arte, cultura e pura magia.

 

Fiorentina, vino e non solo!

Firenze

12. Mercato Centrale
Non si può andare a Firenze, o in Toscana, e non perdersi nelle prelibatezza della cucina del luogo. La prima cosa che vi consigliamo è quella di saggiare la cucina di strada tipica fiorentina al Mercato Centrale, che sorge nella storica struttura ottocentesca del mercato di San Lorenzo. Un’esperienza davvero unica a cui non si può rinunciare.

13. Gustarsi una Fiorentina
Se si è a Firenze, una bella e tipica Fiorentina è d’obbligo per chiunque. Molte sono le trattorie che vi offrono della carne di alta qualità, dove potete essere proprio voi a scegliere il pezzo e la quantità. Ma attenzione! Ponderate bene la scelta del luogo dove mangiare, perché di trappole per turisti il centro è pieno. Considerate l’idea di fare qualche km in più con la macchina o mezzi di trasporto, per arrivare in un luogo dove trovare solo alimenti di prima qualità.

14. Uno spuntino dall’Antico Vinaio
Quella che è un tempo era una piccola enoteca e salumeria, è diventata una vera e propria catena che si estenda tutta per via dei Neri. Una serie di piccoli negozietti dove poter mangiare la squisita schiacciata con salumi e formaggi sempre freschi, accompagnate da un bel bicchiere di vino. Un luogo rustico ma che accoglie attorno a sé centinaia di turisti e no da tutte il mondo, diventando in poco tempo il fulcro delle attività enogastronomiche fiorentine.

Firenze

15. Fare un banchetto rinascimentale
Esperienza davvero particolare da poter fare, se volete davvero mangiare come dei veri toscani, è quella del vero banchetto rinascimentale. Una cena tipica rinascimentale accompagnata da suoni creati da flauti, arpe, la voce dei menestrelli e giullari, per ricreare le atmosfere del XV secolo.

16. Degustazione di vini
Infine, ultima cosa da dover provare è sicuramente la degustazione di vini in giro per i vigneti. La Toscana e Firenze sono molto famose per il loro vino. Diverse sono le agenzie o locali che offrono questo servizio, in un tour in giro per la città e la campagna alla scoperta del dolce nettare degli dei.

Esperienze da non perdere

Firenze

17. Mandare una lettera a Beatrice
Volete sentirvi come Dante e scrivere alla vostra amata Beatrice? Potete farlo! In un angolo un po’ nascosto di una Firenze poco movimentata, sorge la chiesa di Santa Maria de’ Cerchi. Ed è in questa chiesta che Dante conobbe la sua amata Beatrice Portinari. Nella chiesa, inoltre, è custodita quella che dovrebbe essere la tomba di Beatrice, dove è possibile lasciare lettere d’amore e messaggi personali.

18. Arrivare fino in cima alla cupola del Brunelleschi
Se siete degli instancabili e volete godere di una vista mozzafiato di Firenze, ma anche ammirare lo splendore dell’arte, allora non potete non salire in cima alla Cupola del Brunelleschi. Una bella sfida formata da 463 scalini ma che vi permetteranno di vedere da vicino i bellissimi affreschi di Giorgio Vasari, oltre ad una suggestiva Firenze dall’alto.

19. Il Tour ispirato ai libri di Dan Brown
Amanti del mistero, dei segreti e dei simboli? Firenze è stata il centro di un grande scrittore e della sua saga letteraria che ha visto nelle opere d’arte la chiave per arrivare ad un grande mistero. Ovviamente stiamo parlando di Dan Brown e, la città di Firenze, vi offre la possibilità di fare un tour guidato proprio per le strade, i vicoli e i luoghi dei romanzi e rivivere sulla vostra pelle le indagini del professor Robert Langdon.

20. Girare per Firenze con una Fiat d’epoca
Volete tornare di nuovo indietro nel tempo? Allora questa volta andiamo nelle strade della Firenze degli anni ’60, a bordo di una Fiat 500 d’epoca. Armatevi di fazzoletto in testa e occhiali in stile anni ’60, perché con il tettuccio aperto e la bella stagione, potrete andare in giro per la città e per la campagna circostante proprio come se foste tornati indietro nel tempo.