In Cile esiste un albero bellissimo: l’Araucaria araucana

In Cile esiste un albero bellissimo: l’Araucaria araucana

Conosciuto anche come albero della scimmia, questo albero delle Ande cilene è bellissimo

L’Araucaria araucana è senza ombra di dubbio uno degli alberi più belli esistenti al mondo. La sua storia e le sue forme, le più più insolite in assoluto, rendono questo esemplare cileno davvero unico nel suo genere.

Araucaria Araucana, l’albero della scimmia

Le sua fame, acquisita da quelle forme insolite, lo precede, denominato anche albero della scimmia, l’Araucaria araucana è una pianta di origine cilena.

Originaria delle Ande del Cile, l’Araucaria si trova a circa 100 metri di altezza, sopratutto su terreni di natura vulcanica. La pianta è particolarmente adatta a superare condizioni difficili sia climatiche che terrena, questo rende l’esemplare molto interessante anche per i luoghi con temperature molto fredde come la Norvegia.

Purtroppo la pianta è minacciata dai contenuti incendi che turbano il Cile, che come abbiamo visto è l’habitat naturale dell’Araucaria Araucana.

Una pianta bellissima a rischio estinzione

A causa dei continui incendi e delle specie di insetti infestanti, lo sviluppo dell’Araucaria Araucana è notevolmente diminuito, rendendo la pianta sempre più vulnerabile all’estinzione.
A complicare il tutto c’è il fatto che la pianta necessita di almeno 40 anni per riprodurre i proprio semi, va da se che il tentativo di ripopolamento è piuttosto complesso e difficile. La lentezza della riproduzione influisce anche sull’aspetto economico, a causa infatti dei lunghi tempi di maturazione quesi alberi sono assolutamente fuori mercato.

Usi e curiosità sull’Araucaria Araucana

La riproduzione così lenta, rende la coltivazione della pianta complicata e questo è un peccato dato che ha delle caratteristiche tali da essere considerata una vera e propria risorsa per molte parti del mondo.

Attualmente la pianta viene coltivata sopratutto a uso ornamentale grazie alla sua estrema resistenza ed alle sue particolari forme. Proprio da quest’ultime deriva il soprannome con cui è famosa: “pianta della scimmia”.

La storia vuole che questo nome sia stato attribuito dai primi esploratori, in quanto, nella difficoltà di riconoscere l’esemplare si sarebbero affidati alle forme fantasiose che caratterizzano l’albero. Con il tempo, però, si è preferito chiamare l’albero con il nome di “pino cileno”.

Un tempo veniva utilizzato anche per il legname, ma ad oggi questo suo impiego è sempre più raro. L’Araucaria Araucana è considerata sacro presso alcune tribù Mapuche.

In Cile esiste un albero bellissimo: l’Araucaria araucana

C'è un posto magico ispirato a Gaudì vicino Palermo: ecco Borgo Parrini

7 consigli per mangiare sano in viaggio

Vacanze a Torino, 15 cose assolutamente da non perdere

Paura di viaggiare da solo? Ecco come superarla

Andare ai Caraibi senza passaporto: le perle francesi.

Le spiagge con la sabbia più bianca del mondo

Danni economici per Sciacca: turisti disdicono le prenotazioni negli alberghi