Cibo a regola d'arte a Milano: un evento per il popolo dei Foodies

È iniziata lo scorso weekend la manifestazione prodotta da Rcs, il gruppo editoriale internazionale multimediale, con otto giornate all’insegna del food a 360°, in compagnia di due chef d’eccezione come “padroni di casa”. Il primo blocco fatto di quattro giornate ha visto protagonista lo chef Davide Oldani. Lui ha aperto l’iniziativa, che vede il tutto esaurito alla partecipazione di corsi, workshop e show cooking, ma l’ingresso ai dibattiti e conversazioni gratuite è ancora libero, inoltre sono state create delle liste d’attesa nel caso qualcuno disdica.
Il secondo blocco di le quattro giornate arriva questo weekend con la presenza dello chef Carlo Cracco.

Per l’occasione di questa unione tra Cibo e Arte, sono state scelte come location la Triennale di Milano, per il primo fine settimana, mentre per il prossimo è la volta del Museo Nazionale della scienza e della tecnologia, due luoghi di eccellenza per la città di Milano, una metropoli europea proiettata sul futuro prossimo di Expo 2015.
Quindi da giovedì 21 marzo alle 10:00 si apriranno le danze in tema food in un contesto completamente inusuale per la cucina ma molto bello, e il tutto si concluderà domenica 24 alle 20:30, con un programma fitto che potete vedere sul sito della manifestazione.

Masterclass con Davide Oldani durante Cibo a Regola d'Arte (Credits photo Cibo a regola d'arte)
Masterclass con Davide Oldani durante Cibo a Regola d'Arte (Credits photo Cibo a regola d'arte)

Ma qual è il motivo di questa manifestazione?
È nata per il pubblico amante del cibo, appassionati e curiosi, un’occasione di esplorazione dei territori, con le loro materie prime, le produzioni enogastronomiche, le eccellenze grandi o piccole, internazionali o locali, che credono nell’anima della loro terra che si offre come esperienza culturale.

È un evento per il popolo dei foodies, che semplicemente amano il cibo per consumarlo, studiarlo, prepararlo e conoscerlo, che dedicano attenzione a ciò che mangiano e considerano l’atto del mangiare non solo una necessità ma anche un’occasione culturale, per sapere e scoprire, che si interessano ai personaggi che ruotano intorno al mondo del cibo, un universo che ancora conserva la figura del Maestro, affascinante e sapiente, spesso carismatico chef.

Cookung class sul riso (Credits photo Cibo a regola d'arte)
Cookung class sul riso (Credits photo Cibo a regola d'arte)

Il sociologo Francesco Morace sostiene che “saper cucinare e saper gustare diventeranno un elemento chiave per un’evoluzione futura”…”il cibo ricostituisce un rapporto tra le generazioni, di cibo si parla e si tramanda” insomma un fenomeno questo del food che prende sempre più piede in questi ultimi anni, ecco perché sempre di più nascono iniziative come questa.

Se vi interessa saperne di più, seguitemi su Twitter, giovedì sarò presente alla giornata dell’uovo di Cracco, potevo perdermela? Twitterò e Instagrammerò tutto, anche perché “il tema” della giornata con Cracco sarà il porno food, forse un nuovo trend online che si trova anche su Instagram con l’hashtag #foodporn, mentre con Oldani il cibo è Pop per Cracco il cibo è Porn, sono curiosa di capire bene il concetto e raccontarvi tutto!

di Francesca Gonzales