La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba

È iniziata il 6 ottobre e durerà fino al 18 novembre la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco ad Alba.
Quest’anno il tema principale è il cinema e il suo legame con questo prezioso fungo.

Il tartufo fa parte della famiglia dei funghi che compiono il loro ciclo di vita sotto terra ed è composto per l’80% da acqua.
Non è un prodotto ricco di proteine o vitamine, ma molti minerali sì: potassio, zinco, magnesio, calcio, ferro e sodio.
È un prodotto che non piace a tutti in maniera indistinta, ma se piace e avete il piacere di poterlo gustare in un classico piatto di tajerin, beh ve lo ricorderete per molto tempo.

Ma la storia di questa Fiera del Tartufo nasce tantissimi anni fa da Giacomo Morra, albergatore e ristoratore proprio di Alba, in provincia di Cuneo.
Ebbe un’intuizione nel vedere in questo tuber un grosso potenziale. Nel 1949 gli venne l’idea di regalare un pezzo di tartufo d’Alba a Rita Hayworth e da allora, nel mondo dello spettacolo soprattutto, si è creato un vero e proprio richiamo verso questa prelibatezza dandole molta visibilità.

locandina della Fiera internazionale del tartufo bianco d' Alba
locandina della Fiera internazionale del tartufo bianco d' Alba

La manifestazione

Qui trovate il programma completo dell’evento che si divide tra:
padiglione della fiera il Palatartufo e gli spazi commerciali sparsi per la città, oltre al palazzo dei congressi e delle mostre.

Ogni fine settimana per ancora 7 week end, i visitatori troveranno convengni, momenti culturali, foodies moment, analisi sensoriali.
Se non ci siete mai stati vi consiglio una visita in questa bella cittadina immersa nel verde dove il gusto della tradizione e l’ospitalità la fanno da padroni.
Vi lascio anche il contatto della loro pagina Facebook.

di Francesca Gonzales