Self Publishing: i siti per diventare editori di se stessi

Articolo scritto da Elena Verzì

Erri De Luca, nel romanzo “I pesci non chiudono gli occhi”, scriveva: “I libri mi riempivano il cranio e mi allargavano la fronte. Leggerli somigliava a prendere il largo con la barca, il naso era la prua, le righe onde”.
Le statistiche parlano chiaro, gli italiani leggono poco: nel corso dell’anno il 49,3% delle donne ha letto almeno un libro contro il 36,4% degli uomini (mille grazie cara Istat, sapevamo di essere più colte rispetto al sesso maschile).
Eppure, nonostante i lettori siano in diminuzione, circa il 50% della popolazione italiana ha un sogno nel cassetto: quello di divenire scrittore.

Poesie scritte sui tovaglioli, regalate, tenute segretamente sotto il cuscino, o ancora romanzi e racconti di ogni genere.
Tutti serbano uno scritto inedito nel pc o hanno il desiderio di scriverne uno.

La tecnologia ha permesso, negli ultimi anni, di poter pubblicare la propria opera mediante il Self-publishing. Non è una parolaccia, anche se suona minacciosa.
Potremmo chiarire il significato con la frase “Chi fa da sé fa per tre”, perché l’auto-pubblicazione funziona davvero! Sono in molti coloro che decidono di dire Bye bye agli editori che preferiscono pubblicare testi di autori già famosi e temono di lanciare gli esordienti.

La possibilità di editare il proprio manoscritto in formato digitale ha fatto impennare il numero di ebook circolanti nel web, prediligendo tale pubblicazione al classico formato cartaceo (qui e qui alcuni consigli per creare semplicemente un ebook).
A seconda dalle esigenze, si può scegliere la versione che più piace. Solo cartacea, solo ebook o perché no anche in entrambi i formati. La possibilità di essere notati è certamente più ampia se si investe su entrambi i fronti, considerando l’enorme vetrina qual è il web e le conseguenti librerie associate. Una volta pubblicato, cliccate sulle librerie online LaFeltrinelli.it, LibreriaRizzoli.it, o ancora ebooksitalia.com, BookRepublic, Webster.it, Hoepli.it e cercate il titolo del vostro ebook.

Perché dire sì al self publishing?

1) Paternità dell’opera e copyright tutto nelle mani dell’autore (attenzione: non datelo per scontato, chiarite sempre questo punto con chi vi offre tale servizio);

2) È facile, bastano pochi minuti dal pc e in poco tempo la vostra opera sarà tangibile con mano;

3) Decidete voi: la copertina, il formato e il numero di copie da stampare;

4) Sarà interesse dell’autore stesso pubblicizzare la propria opera nel modo che più preferisce;

5) L’ abbattimento dei costi fissi di pubblicazione.

Naturalmente, dovete tenere in conto che pubblicare un libro non vuol dire diventare ricchi e famosi, perché più che guadagnare denaro con il vostro manoscritto, guadagnerete la soddisfazione di aver realizzato tutto da soli.

Qualche sito amico del self-publishing:

Ilmiolibro.it ricco di concorsi e possibilità di far notare la propria opera, sia essa una silloge poetica o un romanzo. Fateci un salto, possibilità di pubblicare con l’iniziativa: “Ilmioesordio” o anche “gare di incipit”. Codice ISBN e registrazione del proprio libro come avverrebbe con una casa editrice.

Youcanprint.it permette di pubblicare l’opera contemporaneamente in versione cartacea ed ebook. Grande distribuzione su oltre 4000 librerie e 31 siti online.

– Su Selfpublishingschool.it troverete tante informazioni circa workshop online o in sede e servizi di coaching individuale.

Narcissus.me pubblica il tuo ebook entro 24 ore! Ed ogni mese da’ un premio al miglior autore bestseller, 2000 euro! Perché non provare?!

Lulu.com promette libertà e controllo, sei proprietario dei tuoi contenuti e decidi tu il prezzo del tuo libro.

Per non perdere la speranza, ecco qualche autore che è riuscito a vendere un bel po’ di copie come self publisher: Joanna Penn e il suo romanzo “Profanazione” ha venduto oltre 250mila copie negli USA, il bestseller è arrivato anche da noi ed ha avuto un gran successo.
In Italia, invece, vantiamo il nome di Francesco Formaggi, un autore scoperto tramite selfpublishing e pubblicato inseguito da Neri Pozza con il romanzo “Il Casale”; poi Ilaria Mavilla con il romanzo “Miradar” vincitrice del premio IlmioEsordio 2011; Rita Carla Francesca Monticelli conosciuta per la serie di fantascienza “Deserto Rosso”.

Insomma, investiamo su noi stessi, chissà che una pagina della vita possa cambiare l’intera nostra storia.

di Redazione

  • In questo articolo:
  • Libri