Dove andare al mare a settembre nel Mediterraneo

Settembre è appena cominciato e voi avete ancora voglia di sole, mare e relax? Mi pare giusto, considerando che quest’estate 2014 è stata meno assolata del previsto (specie nelle regioni del centro-nord della nostra penisola!). Senza cambiare emisfero, e senza allontanarci troppo dal nostro splendido mare, vediamo insieme qualche idea e un pugno di ottime destinazioni in cui trovare gli ultimi scampoli di una meravigliosa estate, con tutti i benefici della bassa stagione. A settembre, infatti, senza la folla tipica del mese di agosto, troverete spiagge meno affollate, prezzi più vantaggiosi e un’acqua blu, naturalmente riscaldata dal sole estivo. Come cantava Paolo Conte in Azzurro: cerco l’estate tutto l’anno, e all’improvviso, eccola qua…

Italia

Carloforte

Carloforte by Andrea Lodi via flickr
Carloforte by Andrea Lodi via flickr

Uno dei miei posti del cuore: Carloforte, la splendida Isola di San Pietro. Dalle sue specialità culinarie, come il tonno locale e il cascà, reinterpretazione in chiave isolana del cous cous di cavolo cappuccio, alle sue scogliere, alle sue magiche spiagge cristalline, Carloforte è un angolo molto speciale di Sardegna. Qui i ritmi sono quelli di una volta, ci si sveglia al mattino con il rumore del camioncino che porta le bombole del gas, e ci si addormenta al suono delle serenate tabarkine, cantate nel dialetto locale, un misto di sardo e antiche parlate turche, originarie dei pescatori tabarkini giunti nell’isola.

Per dormire: a Carloforte c’è l’Hotel Mezzaluna, nei pressi del suggestivo Golfo di Mezzaluna.

Francia

Cannes e le Isole Lérins

Cannes, la spiaggia - Foto di Elisa Chisana Hoshi
Cannes, la spiaggia – Foto di Elisa Chisana Hoshi

Cannes è assolata tutto l’anno, particolarmente glamour a Maggio, durante il Festival del Cinema, e adorabile a settembre, quando il flusso dei turisti si è un po’ placato. Sono qui proprio in questi giorni, e ho scoperto la zona di Cannes La Bocca, che vanta una spiaggia strepitosa: libera ma regolamentata, sabbia dorata, pulitissima anche grazie al divieto di fumare che vige su questo tratto di costa. Il mare è cristallino, in cielo splende un sole meraviglioso e la brezza della Costa Azzurra regala attimi di refrigerio a tutte le ore. Al tramonto, la luce calda disegna i contorni della città vecchia, e come si dice da queste parti, c’est le coup de coeur! Dal porto di Cannes, in appena un quarto d’ora di traghetto, si raggiunge un altro piccolo paradiso, profumato di eucalipto e baciato dal sole estivo: le Isole Lérins.

Per dormire: a 10 minuti a piedi dalla mitica Croisette, poco lontano dal porto e i traghetti che conducono alle Isole Lérins, c’è l’Hotel Esperanto. Semplice e ottimo per il suo rapporto qualità-prezzo.

Spagna

Andalusia

Tarifa by Antonio via flickr
Tarifa by Antonio via flickr

Sulla Costa de la Luz andalusa, il paesaggio costiero è simile a quello del dirimpettaio Marocco e la luce altrettanto accecante. Occhiali da sole, cappello e crema solare d’obbligo, anche a settembre! Le lunghe spiagge di Tarifa sono candide, molto ventose e amate da chi pratica kite surf. Già avamposto moresco, Tarifa ha una delle spiagge più a sud d’Europa: Playa de Bolonia, 4 chilometri di morbide dune dorate. Si raggiunge percorrendo un sentiero nella campagna, tra pecore, tori e mulini andalusi.

Per dormire: Cortijo Las Piñas, camere e appartamenti in un cortijo originale, un’antica costruzione agricola andalusa.

Marocco

Tangeri

Tangeri - by mhobl via flickr
Tangeri – by mhobl via flickr

Tangeri è una splendida città sui toni del bianco e del blu, splendidamente conservata. A circa 14 chilometri a ovest di Tangeri, nel cuore della Costa Moresca, c’è lo splendido Cap Spartel, vero e proprio spartiacque tra l’Atlantico e il Mediterraneo. Dal faro che lo sovrasta, tra fichi d’India e un intenso profumo di macchia mediterranea, si gode di un magnifico panorama. È il posto ideale per ammirare il tramonto, mentre si cena con una tajine di pollo alle olive o un pesce freschissimo appena grigliato.

Per dormire: A Tangeri c’è il magnifico Balcon de Tangier, suggestivo Riad affacciato sul mare, nel quartiere Dar Baroud. La vista sul mare è stupenda e l’equilibrio tra modernità e tradizione è magistrale: grande salone sui toni dell’azzurro, caminetto e una grande terrazza all’ultimo piano. Tutto di splendido gusto. Indimenticabile.

Egitto

Marsa Matruh

Marsa Matruh - by My life, the world and everything
Marsa Matruh – by My life, the world and everything

Marsa Matruh è una località ancora poco conosciuta, ma in grande crescita. Si trova sulla costa mediterranea dell’Egitto, a circa 500 km a nord dal Cairo e a 300 km a ovest di Alessandria d’Egitto. Ultima città egiziana prima di varcare il confine con la Libia, Marsa Matruh è mare allo stato puro: molti la paragonano alle Maldive, per la limpidezza delle sue acque particolarmente tiepide, anche se qui la barriera corallina non c’è. La spiaggia di Ageeba Beach è davvero un sogno!

Per dormire: per scoprire questi magnifici lidi c’è il Beau Site Hotel proprio a Marsa Matruh, insieme a molte altre strutture che offrono la formula all inclusive, un po’ sul modello Maldive.

Malta

Comino

Laguna Blu a Comino - Foto di Elisa Chisana Hoshi
Laguna Blu a Comino – Foto di Elisa Chisana Hoshi

Comino è la più piccola delle isole dell’arcipelago maltese. Si arriva qui in barca da Malta o da Gozo, per ritrovarsi immersi nell’azzurro mozzafiato della Blue Lagoon, uno dei posti più belli in cui mi sia capitato di fare il bagno! L’acqua è fresca, ha il colore del cristallo e sembra quella di una piscina naturale; la sabbia bianca riflette tutti i colori del turchese. Settembre qui è a dir poco radioso! A piedi si raggiunge Cominotto, minuscolo isolotto disabitato di fronte alla Laguna. Attraversando l’isola, invece, si raggiunge un’altra spiaggia idilliaca, vicina all’unico albergo dell’isola.

Per dormire: A Comino c’è un unico albergo, il Comino-Hotel Blue Lagoon. Una buona idea è dormire a Gozo, che dista pochi minuti di barca da Comino: qui trovate una bella selezione di sistemazioni sull’isola.

Grecia

Isole ioniche: Paxos e Zacinto

Paxos by Frédérique Voisin-Demery via flcikr
Paxos by Frédérique Voisin-Demery via flcikr

Le isole greche ioniche sono un incanto: mare cristallino, spiagge mai troppo affollate e un tocco che ricorda un’Italia d’altri tempi.
La più piccola del gruppo è Paxos, Paxoi in greco, con circa 25 chilometri quadrati. La leggenda la vuole originata dalla vicina Corfù, colpita dal potente tridente del dio Poseidone. Coperta di ulivi, circondata da tranquille spiagge di ciottoli bianchissimi e scenografiche falesie, è attraversata da sentieri panoramici. L’olio locale è squisito: Paxos era l’isola in cui la Serenissima coltivava i suoi ulivi da cui trarre il prezioso olio d’oliva. La capitale, Gaios, è un gioiellino.

Zakynthos by Nataša Stuper - via flickr
Zakynthos by Nataša Stuper – via flickr

Più a sud si trova invece Zacinto, o Zante, una delle isole greche più ricche di sorprese. La famosissima, fotografatissima e iconica spiaggia del Navaghio (il famoso relitto spiaggiato) è proprio qui, a nord dell’isola! Raggiungendolo via terra mi sono stupita del panorama stratosferico dalle sue scogliere, arrivandoci via mare, invece, delle sue acque, di un azzurro profondo come ne ho visti pochi. A settembre il clima è strepitoso, la luce morbida e l’acqua più calda rispetto a giugno.
Per dormire: a Paxos, a 15 minuti dal porto di Gaios, c’è il Passosclub Resort, perfetto per le famiglie e molto accogliente; a Zacinto, in quel di Tsilivi, c’è invece il panoramico e consigliatissimo Balcony Hotel.

di Elisa Chisana Hoshi