Athena, la cagnolina sepolta viva

Athena, la cagnolina sepolta viva, è stata salvata da un passante. Ma la sua storia non ha avuto il lieto fine. Ecco com'è finita.

Home > Animali > Athena, la cagnolina sepolta viva

Athena, la cagnolina sepolta viva, è diventata, suo malgrado, un simbolo di tenacia, di voglia di vivere e di determinazione. La sua storia ha fatto il giro del mondo e ha commosso tantissime persone. Quello che è stato fatto a questa povera anima è stato crudele e spietato.

Athena era una cagnolina dolcissima. Il suo proprietario ha deciso che si era stufato di lei e che era arrivato il momento di sbarazzarsene di lei. L’ha portata in montagna, ha trovato un posto solitario, ha scavato una buca, l’ha infilata dentro legandole al collo una fune e un sacchetto pieno di sassi e poi l’ha sotterrata viva. Chissà quanto avrà pianto la povera anima, quanto avrà provato a liberarsi. Alla fine si era abbandonata al suo destino.

athena-pietra

Fortunatamente però, è passato dilla un uomo, Pedro Dinis, con in suo cane… ed è stato proprio il cane ad accorgersi di Athena.

athena-terra

L’homo l’ha subito tirata fuori da quella tomba di terra e pietre e l’ha portata dal veterinario, nella clinica V24 di Levallois-Perret.

athena-terra

La cagnolina era in pessime condizioni: anziana e malata, aveva le vie respiratorie piene di polvere e di terra così come gli occhi. Ma Athena aveva tanta voglia di vivere e si è ripresa presto.

athena-salvata

È stata adottata da una coppia, Jean Pierre e Raymonde Delfosse erano i fondatori dell’associazione SOS Dogue de Bordeaux.

Pedro-Dinis

Nonostante quello che le era stato fatto, Athena era rimasta dolce e amava gli umani. Un cane come pochi. Purtroppo, però, la sua vita felice è finita presto.

Athena-famiglia

Circa 6 mesi dopo Athena si è spenta per colpa di un tumore. L’unica consolazione è stata che è morta amata e coccolata, tra le braccia di 2 persone speciali.

Non è la prima volta, purtroppo, che accade un simile fatto. Poco tempo fa un cane era stato sepolto vivo da un uomo perché non andava d’accorto con il suo gatto.